About Claudio Facchinelli

Claudio Facchinelli, nato il 18 dicembre 1943 a San Vincenzo della Fonte (già – e attualmente – Saint-Vincent); già matematico – non pentito – ma umanista nel cuore, già assistente alla regia, già preside, già promotore dell’attività teatrale nelle scuole, già impegnato nella memoria della Shoah; già collaboratore di Hystrio e di Sipario, già Lumpatius Vagabundus; legato a un amore non del tutto ricambiato per la lingua russa; ufficialmente critico teatrale ma, più propriamente, spettatore professionale. Fra le cose più recenti ha pubblicato Dramatopedia – Spunti di storia, etica e poetica per il teatro della scuola (Edizioni Corsare) e Dosvidania, Nina! (Sedizioni), già tradotto e pubblicato a Mosca e ad Amsterdam. Sulla sua tomba amerebbe fosse scritto: “Qui giace Claudio Facchinelli che, per tutta la vita, ha rincorso le parole e le donne”.

La necessaria utopia di un’Europa senza barriere nel Mittelfest 2016

By | 17 Agosto, 2016|Recensioni, Teatro|

Il Mittelfest ha una sua consolidata identità culturale, ribadita nel corso degli anni e, di volta in volta, si è anche dato un tema dominante: per la 25a edizione, all’interno di una trilogia che intende esplorare gli arcaici, fascinosi elementi primigeni, dopo l’acqua, si è scelta la terra, associata al fuoco. Costruire su queste basi [...]

Commenti disabilitati su La necessaria utopia di un’Europa senza barriere nel Mittelfest 2016

Teatro a Corte. In Piemonte le architetture barocche si sposano con le drammarturgie non verbali

By | 17 Luglio, 2016|Recensioni, Teatro|

"Dorner" photo by Domenico Conte La corte sabauda non si è mai caratterizzata per raffinatezza, ma alle sue dimore (il Castello di Rivoli, il Castello di Racconigi, Palazzo Madama, Palazzo Carignano) avevano lavorato i più valenti architetti del tempo, come Guarino Guarini o i Castellamonte. Poi, alla compassata, severa eleganza delle facciate in [...]

Commenti disabilitati su Teatro a Corte. In Piemonte le architetture barocche si sposano con le drammarturgie non verbali

Il mercante di Renda stupisce ma non sconcerta

By | 6 Luglio, 2016|Recensioni, Teatro|

Quando Shakespeare scrive Il mercante di Venezia, il ghetto della città lagunare esiste da ottant’anni, e circa un secolo è trascorso da quando Isabella di Castiglia (l’anno stesso in cui, Cristoforo Colombo con la regale benedizione dei re cattolici, prende il largo alla scoperta delle Americhe) ha emanato, assieme al marito Ferdinando, l’editto che espelle [...]

Commenti disabilitati su Il mercante di Renda stupisce ma non sconcerta

Primavera dei teatri arriva alla XVII edizione

By | 1 Luglio, 2016|Recensioni, Teatro|

Little Europa ph. by Angelo Maggio Giunta ormai alla sua XVII edizione, Primavera dei teatri contemplava nel suo calendario anche momenti di confronto sugli spettacoli visti. Un’iniziativa utile ed opportuna, specie in una manifestazione che si propone di esplorare i linguaggi – a volte non proprio trasparenti – della scena contemporanea. Ed è [...]

Commenti disabilitati su Primavera dei teatri arriva alla XVII edizione

Segnali: valori civili e sociologia nel teatro ragazzi

By | 29 Giugno, 2016|Recensioni, Teatro|

Nel corso della sua storia, Segnali ha cambiato più volte sede, direzione artistica, partner istituzionali, e persino qualificazione (si è definita, nel tempo, ora vetrina, ora rassegna). Per la sua XXVII edizione, i sui organizzatori storici, il Teatro del Buratto ed Elsinor – Teatro Sala Fontana, hanno rinunciato redigere un presentazione. Non ce n’era bisogno, [...]

Commenti disabilitati su Segnali: valori civili e sociologia nel teatro ragazzi

Orgia di Pasolini torna a Torino

By | 16 Giugno, 2016|Recensioni, Teatro|

Orgia debutta a Torino nel ’68, ma Pasolini rifiuta gli stucchi dorati e le poltroncine di velluto rosso della Sala Gobetti, all’epoca unica sede dello Stabile, salotto della Torino bene: lo spettacolo va in scena nella cosiddetta Sala delle colonne con Laura Betti e Luigi Mezzanotte. Gli spettatori – lo ricordo, perché c’ero – vi [...]

Commenti disabilitati su Orgia di Pasolini torna a Torino

Utøya, della memoria elettronica e altre carneficine

By | 19 Maggio, 2016|Recensioni, Teatro|

Succede spesso, immersi come siamo in una patologica condizione di ipertrofia comunicativa, attiva o passiva che sia, che la memoria personale di eventi tragici appassisca nel giro di pochi giorni, come se ritenessimo sufficiente affidarla a quell’immenso Moloch rappresentato della memoria elettronica. Così la carneficina perpetrata meno di cinque anni fa a Oslo e sull’isola [...]

Commenti disabilitati su Utøya, della memoria elettronica e altre carneficine

L’opera da tre soldi al Piccolo Teatro non convince

By | 24 Aprile, 2016|Recensioni, Teatro|

Affrontare un testo la cui messa in scena, a distanza di anni, fa ormai parte della storia (per non dire della mitologia) del teatro, è sempre una scommessa ardita. Così è stato per il Galileo, nella recente regia e interpretazione di Gabriele Lavia, oltre mezzo secolo dopo l’edizione strehleriana. L'OPERA DA TRE SOLDI. Produzione [...]

Commenti disabilitati su L’opera da tre soldi al Piccolo Teatro non convince

“Viene il tuo amante, oggi?” in scena all’Out Off “L’amante di Pinter

By | 12 Aprile, 2016|Recensioni, Teatro|

A oltre mezzo secolo dalla sua prima rappresentazione, sarebbe interessante cercar di ricostruire come, nel corso del tempo, sia risuonata alle orecchie del pubblico la battuta iniziale de L’amante, di Harold Pinter: “Viene il tuo amante, oggi?”. Nel ’62, l’anno della pubblicazione, sta per iniziare la stagione della Swinging London, quella che Michelangelo Antonioni porta [...]

Commenti disabilitati su “Viene il tuo amante, oggi?” in scena all’Out Off “L’amante di Pinter

Piangiamo la scomparsa di Bonn Park al Teatro i di Milano

By | 1 Aprile, 2016|Recensioni, Teatro|

Spiace, nel momento in cui mi appresto a riferire di una coraggiosa e intrigante produzione del Teatro i di Milano, dover anche comunicare che, con tale spettacolo, la programmazione del teatro è sospesa fino a settembre. Si tratta, non di una necessità indotta dalla situazione economica (fatto che, di questi tempi, non farebbe notizia), ma [...]

Commenti disabilitati su Piangiamo la scomparsa di Bonn Park al Teatro i di Milano