da "Le meraviglie"

da “Le meraviglie”

Sono trentuno i paesi europei in corsa quest’anno per gli European Film Awards. L’Italia ha già trionfato per ben sei volte ed è preceduta soltanto dalla Germania, con sette vittorie. Gianni Amelio ha dato lustro al cinema italiano in tre edizioni  con Porte aperte, Il ladro di bambini e Lamerica; gli hanno fatto seguito Roberto Benigni con La vita è bella, Matteo Garrone con Gomorra e, l’anno scorso, Paolo Sorrentino con La grande bellezza.

La cerimonia di premiazione si terrà a Riga il prossimo 13 Dicembre. Tre i film italiani che sono stati selezionati per questa edizione: il pluripremiato Il capitale umano di Paolo Virzì, Le meraviglie di Alice Rohrwacher, già vincitore del Gran Premio della Giuria a Cannes (una coproduzione Italia/Germania/Svizzera), e Still life di Uberto Pasolini che ha conseguito il premio per la miglior regia nella sezione Orizzonti al recente festival di Venezia (una coproduzione UK/Italia).

Nelle prossime settimane, gli oltre tremila membri dell’European Film Academy voteranno per le nomination nelle categorie Film, Regista, Attore, Attrice e Sceneggiatore europeo. Ad una giuria composta da sette membri spetterà, invece, il compito di assegnare i premi per le categorie Direttore della fotografia, Montatore, Production designer, Costume designer, Compositore e Sound designer europeo.

Le nomination saranno annunciate il prossimo 8 Novembre in Spagna, al Seville European Film Festival.

Alfredo Aletta