Michele Grauso, napoletano, per 20 anni attivo nel campo dell’editoria, tira fuori dal cappello una nuova iniziativa, “Un sorriso nel cuore”, e ci parla – oltre che di questa onlus – anche della sua agenzia, In Event.

Come é nata questa idea?

Maturata da anni di lavoro nei settori del sociale, l’Associazione Onlus “Un sorriso nel cuore” é attiva per venire incontro alle esigenze di persone con problemi di ogni tipo, dagli anziani, alle persone bullizzate, ai bambini, soprattutto quelli rifugiati, e – problema recentissimo – alle donne ucraine.

Il lungo percorso, fatto sì di difficoltà, ma anche di soddisfazioni, , ha dato vita ad un’esperienza, avvenuta spontaneamente, tutta rivolta alle persone con problemi di ogni tipo, creando soprattutto un sincero e spesso poco compreso “rapporto umano”.

Qual è stata la spinta principale per la start-up?

Guardando indietro mi sono chiesto cosa avesse spinto me e gli operatori di “un sorriso nel cuore” a fondare la onlus: la risposta l’abbiamo trovata nell’esigenza, nata nel profondo dell’animo di ciascuno di noi, di occuparsi delle persone in difficoltà, escluse della nostra società, che si sentono addosso il “marchio” del “giudizio” o, peggio, del “pregiudizio”.

In quest’ultimo anno abbiamo sostenuto, rendendo meno drammatica la condizione di rifugiati, i bambini e le donne ucraine, attraverso alimenti, medicinali e eventi ludici.

Sosteniamo i bambini in orfanotrofio, anziani in difficoltà, cibo ai senzatetto e ci adoperiamo anche nel green con la pulizia delle spiagge e dei parchi verdi.

Qual è la strategia operativa della vostra associazione?

La nostra principale strategia è la trasparenza e l’impegno personale di noi volontari. Cerchiamo di creare rapporti di assoluta fiducia nella serietà e concretezza dei nostri progetti mettendo in evidenza i risultati ottenuti. Le nostre risorse non le raccogliamo solo dalle donazioni in denaro ma anche da tutte le persone “volontarie” che ci aiutano nel quotidiano rendendo meno gravosa la vita dei meno fortunati, con le competenze e le idee che ci aiutano a migliorare il nostro impegno. Invito tutti coloro che lo vogliano a scriverci per dare il vostro contributo anche con idee solidali

Parliamo adesso della vostra agenzia In-Event

La in-event nasce da una chiacchierata durante una passeggiata con i miei due attuali soci. Il commento unanime è stato: a Napoli succedono cose straordinarie piene di creatività. Si percepiva il desiderio di svago per tutti e per chi possedeva un attività, di pubblicizzare, metterla in evidenza nei modi più fantasiosi. Tutti e tre proveniamo da attività in qualche modo legate alla comunicazione e ai servizi ( io editore per 20 anni). Questo lavoro richiede: creatività, pazienza e attitudine molto spiccata nella risoluzione dei problemi. Si è alla costante e continua ricerca di idee moderne e innovative per soddisfare una clientela sempre più esigente, sapendo benissimo di non essere gli unici in questo lavoro, ma di saper diversificare, innovare. Spaziando dalle presentazione dei prodotti, eventi aziendali, set fotografici, strategie per promuovere brand. Siamo in grado di fornire ai nostri clienti ogni tipo di servizio dalla fotografia, alla costruzione grafica e testuale per le più svariate promozioni da lanciare al servizio hostess.

Ci sono iniziative in programma?

Stiamo organizzando una raccolta fondi che verrà attivata con una corsa podistica, mentre il 24, presso la nostra sede di via Alvino al Vomero, presenteremo il libro della nota attrice Miriam Candurro, “La settima stanza”.