Parte la dodicesima edizione di Kilowatt Festival a Sansepolcro dal 19 al 26 luglio.

caniIl festival che nel 2010 ha ottenuto il Premio Ubu come miglior festival per la categoria Progetti Speciali avrà inizio sabato 19 luglio a Sansepolcro(Ar) ed è giunto alla sua dodicesima edizione. Il Kilowatt Festival verrà inaugurato con una giornata interamente ad ingresso libero che inizierà con un concerto di pianoforte a coda eseguito da Giovanni Di Giandomenico, seguito dalla Banda Improvvisa sotto la direzione di Orio Odori. Ci saranno le arti circensi di FourHands Circus in “Ciambalè!” ed il racconto di Valerio Malorni in “L’uomo nel diluvio”. Il titolo di quest’anno, che fungerà da filo conduttore di tutti gli eventi in programma fino al 26 luglio, è “Per sentirsi meglio”: vengono affrontate tematiche riguardanti la politica e la società contemporanea, l’indagine del corpo e storie autobiografiche. La direzione artistica del regista e drammaturgo Luca Ricci ha permesso a 28 spettacoli di andare in scena in 8 giorni di programmazione uniti a una quindicina di eventi collaterali. Lo spirito del festival è quello di dare spazio e voce alle realtà della scena contemporanea (teatro, danza, arti performative, musica, arti visive e letteratura).

È previsto il Premio Kilowatt-Titivillus, ideato da Luca Ricci e da Franco Quadri, con l’obiettivo di valorizzare un giovane direttore artistico di un festival o di un teatro che si sia dimostrato meritevole. Il vincitore è selezionato da un gruppo di Visionari, ovvero dai partecipanti del progetto ideato da CapoTrave/Kilowatt e con la direzione scientifica di Piergiorgio Giacchè che ha come tema la formazione dello spettatore e coinvolge 30 abitanti del territorio con incontri durante tutto l’anno. Si è mantenuto il progetto di arte visiva Kilow’art curato da Saverio Verini che ospiterà Lorenzo Cianchi, Michele Tajarol.

Durante il festival sarà possibile visitare la mostra “Recto/Verso” dell’artista Ilaria Margutti ed assistere al risultato di un laboratorio di “educazione allo sguardo” che ha visto coinvolto i giovani liceali di Sansepolcro.

Oggi Kilowatt Festival è uno dei più importanti punti di riferimento per il teatro d’innovazione e per la danza contemporanea: è doveroso sostenerlo e partecipare.

Programma completo al http://www.kilowattfestival.it/

Erika Morbelli