Torna stasera, mercoledì 11 gennaio 2017, al Teatro Kismet Opera di Bari, la rassegna DAB – Danza a Bari.

Nell’ambito dell’intervento per lo SVILUPPO DELLA RETE DELLA DANZA CONTEMPORANEA IN PUGLIA, promosso dalla Regione Puglia, Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, finanziato dal FESR ASSE IV e attuato dal Teatro Pubblico Pugliese, parte stasera dal Teatro Kismet Opera – e successivamente anche al Nuovo Teatro Abeliano – la manifestazione DAB 2017, che quest’anno affida la direzione artistica a Roberto Ricco (Teatro Kismet) e Gemma Di Tullio (Teatro Pubblico Pugliese). L’evento prevede 22 coreografie per 13 appuntamenti in cui trovare tutte le evoluzioni e le novità dal mondo del contemporaneo, nazionale e internazionale. Numerosi sono i laboratori organizzati con i coreografi, le masterclass per le scuole di danza, gli incontri di introduzione alla visione, le conferenze. Ad Enzo Cosimi, tra i coreografi più interessanti della scena italiana, è dedicato un Focus – previsto in aprile – in cui proporrà i suoi due lavori Estasi e Sopra di me il diluvio. Un altro spazio è consacrato a Roberto Castello, coreografo contemporaneo impegnato, che nel 1984 ha fondato Sosta Palmizi e ha ricevuto vari premi, tra cui il Premio UBU nel 1986. Approfondimento anche sui giovani coreografi: dalla cerignolana Irene Russolillo, a Francesca Foscarini; dal tranese Davide Valrosso agli esordienti in rassegna Fabrizio Delle Grazie e Angelo Petracca in tre lavori inediti, con il supporto di Altradanza, insieme a Rosellina Goffredo. Molta è l’attesa per i due spettacoli – quasi già sold out – della MM Contemporary Dance Company: Bolero e La sagra della primavera. All’interno della manifestazione – giunta alla sua XI edizione – è prevista inoltre la rassegna ESPLORARE – Generazione contemporanea, a cura di Altradanza, di Domenico Iannone, che presenta otto coreografie al Teatro Abeliano, tra cui il debutto de La Tempesta, di Altradanza. E ancora, spazio ai più piccoli con il DAB KIDS.

DAB – divisa in diversi momenti della stagione, fino alla primavera – parte questa sera con Giselle del Balletto di Roma, in cui le coreografie sono affidate ai due autori contemporanei Itamar Serussi Sahar e Chris Haring, per uno spettacolo in due atti dove la trama classica si mescola alla danza contemporanea e alle nuove strutture di pensiero. Gli appuntamenti di giovedì 12 gennaio, invece, prevedono varie performance: dal lavoro Shelter – ideato, coreografato ed interpretato da Fabio Novembrini e Roberta Racis, selezionato per la vetrina 2016 della Giovane Danza d’Autore del Network Anticorpi XL di Ravenna – al progetto Trilogia di Giulio De Leo, ispirato a tre opere di Shakespeare (Romeo e Giulietta, La Tempesta e Macbeth) in cui il corpo diventa terreno universale di confronto tra generazioni, di ribellione e resistenza, per una riflessione sulla politica e la società.

Il 13 gennaio 2017, Roberto Castello presenterà il suo lavoro intitolato In Girum imus nocte (et consumimur igni) (Andiamo in giro la notte e siamo consumati dal fuoco): uno spettacolo tra cinema, danza e teatro, sulle note di una musica ipnotica, ambientata in un passato senza tempo, dove gli esseri umani sono tutti allo sbando.

Numerosi altri  pettacoli e incontri sono previsti nel cartellone del DAB 2017, evento sulla danza e per la danza in Puglia.

info: www.teatropubblicopugliese.it

                                                                                                                      Alessandra Lacavalla