Venerdì 29 maggio alle ore 21 Enzo Gragnaniello presenta in anteprima assoluta  il suo nuovo album “Misteriosamente” nel live al Dejavu’ Art App Art. “Misteriosamente” è un concentrato di  canzoni d’amore e di rabbia dove la chitarra è compagna e strumento – come nella più originale espressione del nostro cantautorato – ma ciò che non manca mai, anche nelle storie più disperate, è la speranza e la personalissima interpretazione del grande artista.

Uno spettacolo  che ha come filo conduttore la musica del cantautore  Enzo Gragnaniello e della Napoli che lui rappresenta, vive e respira ogni giorno, quella città che non ha mai abbandonato e nel cui cuore pulsante, i Quartieri Spagnoli, continua orgogliosamente a vivere e creare. Il cantautore napoletano  riprende  e amplifica  la dimensione spirituale della sua musica, l’essere emozione primigenia, concepita ed eseguita per entrare in contatto con la sfera più intima dell’ascoltatore, un richiamo preciso a quella parte di anima che accende tutte le esistenze, la ricerca di un’etnia profonda, universale, lontanissima da ogni possibile forma di fraintendimento folkloristico o strumentale. Un richiamo ancestrale alla dignità di ogni essere uomo nel suo sentire autentico. Una performance live, quella di Gragnaniello in cui la forma assoluta e radicale di una musica originaria, atavica e istintiva, scevra dall’angusto bozzettismo oleografico, si rivela al pubblico per ricondurlo alle sue radici più remote attraverso sonorità e ritmiche sincere e dirette. L’atmosfera magica che riesce a creare miscelando la sua intensa e graffiante voce con una musica che spazia dalle antiche origini napoletane a quelle africane per arrivare ai più tipici suoni mediterranei con accenni di melodie più che suggestive. Nel concerto oltre a cantare i nuovi brani del disco “Misteriosamente”  sono previsti sia momenti di richiamo alla musica classica napoletana quali ad esempio “Passione” “Scetate”; che altri in cui l’autore interpreta i cuoi classici come “O’ mare e tu” famosissima canzone  scritta tempo fa per Andrea Bocelli, “Senza Voce” e “Cu’ mmè”. “Cu’mmè” è uno dei brani più famosi all’estero di Gragnaniello;  è stata tradotta in otto lingue entrando  nelle hit in Grecia e America Latina. Ad accompagnare Enzo Gragnaniello sul palco del Dejavu’ ci saranno : Piero Gallo alla mandolina, Aniello Misto al basso e Marco Caligiuri alla batteria.