Lirica, concerti, danza, prosa ed eventi per festeggiare i centocinquant’anni del teatro.

Il 12 novembre 2017 il Teatro Verdi di Pisa compie centocinquant’anni e per festeggiare l’importante ricorrenza è stata organizzata una stagione ricca di appuntamenti con la lirica, i concerti, la danza e il teatro, cui si aggiungono numerose attività parallele come incontri, conferenze e presentazioni, senza dimenticare l’intensa attività formativa pensata per un’ampia fascia di pubblico. Il calendario operistico, che alterna titoli di repertorio ad altri poco presenti sui cartelloni italiani, è stato inaugurato dalla messa in scena della “Pia de’ Tolomei” di Gaetano Donizetti con un nuovo allestimento ideato da Andrea Cigni per il direttore Christopher Franklin. Andrea Battistoni dirigerà “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi con la regia di Stefano Vizioli. A seguire due rarità come “Il girello”, un seicentesco dramma burlesco di Jacopo Melani su libretto di Filippo Acciaiuoli che vedrà sul palcoscenico le marionette della Compagnia Carlo Colla & figli, e “Iris” di Pietro Mascagni in un nuovo allestimento in coproduzione con il Kansai Nikikai Opera Theater di Osaka e i teatri Goldoni di Livorno e Giglio di Lucca. In chiusura due titoli più tradizionali come “La fanciulla del West” di Giacomo Puccini e “L’Italiana in Algeri” di Gioachino Rossini.

Per quanto riguarda la danza è stata confermata per il secondo anno consecutivo la partnership con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus. La stagione inizierà a dicembre con una proposta tutta natalizia: “Lo schiaccianoci” di Piotr Il´ic Caikovskij in una versione firmata da Fredy Franzutti per il Balletto del Sud. In programma durante le festività anche un concerto-spettacolo multidisciplinare, “OffLine in tempo reale”, che vedrà sul palcoscenico tre eccellenze italiane: Africa Unite, Architorti e MMContemporary Dance Company. A seguire “Rossini ouverture”, omaggio al grande compositore pesarese di cui nel 2018 ricorreranno i centocinquant’anni della morte. Presenti anche Virgilio Sieni, con una nuovissima creazione intorno a “Petruska” e ImPerfect Dancers Company con la prima nazionale di “Empty Floor”. In cartellone, come di consueto, anche la giovane danza d’autore con una serie di appuntamenti alla Chiesa di Sant’Andrea.

Otto i titoli per un cartellone di prosa che guarda con particolare attenzione alla contemporaneità, sia nella scelta dei testi che delle tematiche, senza per questo trascurare i grandi classici. È il caso di “Medea” interpretata da Franco Branciaroli, “Questi fantasmi!” di Eduardo De Filippo e de “L’avaro” di Molière adattato e diretto da Ugo Chiti. Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi interpreteranno “Nudi e crudi”, una storia di Alan Bennett tradotta e adattata per la scena da Edoardo Erba, mentre Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere saranno i protagonisti de “Il padre” di Florian Zeller. In programma anche “Il Vangelo” di Pippo Delbono, “Father and son” di Claudio Bisio e “Rosalind Franklin. Il segreto della vita” di Anna Ziegler con Asia Argento e Filippo Dini. A questi si aggiunge una matinée dedicata alla Giornata della Memoria.

Nella programmazione concertistica, spicca la Stagione dei Concerti della Normale con la quale la Scuola Normale Superiore arricchisce da oltre quarant’anni l’offerta musicale della città. Il Teatro di Pisa ospita poi altri appuntamenti musicali, come il Concerto d’autunno dell’Orchestra dell’Università di Pisa, e ne organizza di propri come il tradizionale Concerto di Capodanno che, frutto della collaborazione con il Comune e il Lions Club Pisa Host, anima da oltre vent’anni il Teatro Verdi ogni primo gennaio.

Lorena Vallieri