8_Shakespeare_is_love_672-458_resizeSon ben 450 le candeline virtuali che avrebbe spento William Shakespeare quest’anno e per celebrare quest’importantissimo anniversario, il giornalista Gianmarco Cesario ha ben penato di organizzare “Tutto il mondo è palcoscenico”, rassegna che prende in prestito uno dei versi immortali del bardo e che propone cinque spettacoli tutti dedicati al grande drammaturgo inglese.

Il primo in scaletta, “Shakespeare in love” rappresenta un simpatico omaggio al grande personaggio del teatro da parte del giovane Fabio Pisano che fa scendere in campo un poker di artisti per rielaborare e ripresentare in nuove vesti, alcuni dei versi indimenticabili tratti da tragedie, commedie e sonetti dell’immenso autore.

Ecco quindi Ciro Zangaro con la sua voce profonda e il suo forte carisma, Edoardo Sorgente dotato di una grandissima presenza scenica e con dei tempi teatrali perfetti, Titti Nuzzolese attrice di fascino e dalle irresistibili espressioni e Valerio Gargiulo, soave e delicato sia in veste d’attore che di arpista.

Da Macbeth ad Amleto, sono stati principalmente le opere più note quelle selezionate da Pisano per comporre il suo puzzle shakesperiano, modificando il tutto in modo piacevolmente folle, trasformando ad esempio Mercuzio in una donna o rileggendo uno stralcio del Macbeth come un’opera mafiosa noir.

Interessante dunque l’idea di fondo per celebrare un così notevole anniversario, ma i vari frammenti di opere non risultano legati tutti in modo precisissimo e sicuramente la fruibilità dello spettacolo è più limitata per chi non conosce almeno un minimo le versioni originali delle grandi opere di Shakespeare, in modo da apprezzare al meglio la loro rielaborazione giocosa.

Gaetano Cutri

Napoli – Nuovo teatro Sancarluccio 21 maggio 2014