I classici della cultura e lo svago al Teatro Comunale di Pietrasanta.

Il 16 novembre inizia la stagione di prosa 2017-2018, proposta invernale de La Versiliana, che si sposta dal Gran Teatro all’aperto al Teatro Comunale di Pietrasanta, uno spazio diviso fra teatro e cinema.

Undici spettacoli scelti «con l’intento di incontrare i più diversi gusti non solo dei nostri abbonati… ma anche quelli di un nuovo pubblico», afferma il direttore artistico Mario Simoni. In testa al cartellone un titolo che incarna la tradizione culturale italiana: “L’infinito di Giacomo”, visione originale del poeta Leopardi: Giuseppe Pambieri e Giuseppe Agirò scardinano il classico. Sulla stessa linea, ma in un genere diverso, Luigi Martelletta con “Lo Schiaccianoci”, balletto in due atti; per l’occasione, il coreografo propone uno stage rivolto ai giovani studenti di danza.

Due omaggi, il primo a Luigi Pirandello, con tre spettacoli per i centocinquant’anni dalla sua nascita: “L’uomo dal fiore in bocca e altri strani casi” con Edoardo Siravo diretto da Patrick Rossi Gastaldi, “Il berretto a sonagli” di Sebastiano Lo Monaco e “Uno, nessuno, centomila” con Enrico Lo Verso e con la regia di Alessandra Pizzi. A trent’anni dalla morte, in onore di Andy Warhol, il racconto della vita, delle opere e dell’immortalità di un mostro americano, un personaggio mitico che ha lasciato il suo contributo in tutto il mondo delle arti e che arriva a Pietrasanta con Laura Sicignano (testo e regia), Irene Serini (interpretazione), Emanuele Conte (scene e visioni) e con il patrocinio del Consolato degli Stati Uniti d’America.

Il genere comico è rappresentato da Nicola Pistoia e Paolo Triestino con un classico conosciuto e amato, “La cena dei cretini”, e Roberto Ciufoli con “Tipi”, un recital che tratta di antropologia con toni comici. Sul versante musicale, “C’era una svolta” e “Notte da Oscar – Le indimenticabili colonne sonore da film”; il primo, tra monologo e canzone, è lo one woman show di Manuela Bollani, già nota per il successo al Caffè Chantant della Versiliana; del secondo è protagonista il maestro e compositore viareggino Emilio Tieri, autore di colonne sonore di cinema e televisione accompagnato dalla violinista Maria Cristina Olivieri. Infine, come prima nazionale, un thriller, “L’idea di ucciderti” di Giancarlo Marinelli con Fabio Sartor e Caterina Murino, che racconta di un amore feroce e distruttivo.

Per informazioni e abbonamenti: www.versilianafestival.it e 0584-265733.

Benedetta Colasanti