A Scandicci Lella Costa e Paolo Calabresi propongono un adattamento teatrale del romanzo “Piangi pure” di Lidia Ravera.

Tra le grandi attrici del nostro tempo un posto d’onore spetta senza dubbio a Lella Costa. Non solo per le sue eccellenti doti interpretative, ma anche per la capacità di scegliere testi adatti alla sua persona e in sintonia con il suo impegno sociale e culturale. Temi spesso delicati, che l’attrice affronta con energia, sensibilità e una buona dose di ironia. Lo dimostra anche il suo ultimo spettacolo, “Nuda proprietà”, adattamento teatrale del romanzo “Piangi pure” di Lidia Ravera, con cui si è aperta Auroradisera 2015, l’annuale rassegna di teatro organizzata dalla Fondazione Toscana Spettacolo e da ScandicciCultura.

Una commedia che parla della paura di invecchiare e di quella di tornare ad amare, ma anche del coraggio di rimettersi in gioco e rivendicare il diritto ad essere felici. Al centro della storia Iris (Lella Costa), una vitale sessantacinquenne solo apparentemente ego centrata, in realtà generosa e altruista. Con umorismo domina la sua ansia per il futuro, l’angoscia dettata dai fantasmi della povertà, della solitudine e dell’inevitabile decadimento fisico. Una donna concreta, consapevole e aperta alla morte che si avvicina, ma non per questo arresa. Al contrario, essa vuole ancora una vita piena e soddisfacente. Accanto a lei Carlo (Paolo Calabresi), uno psicanalista rassegnato alla solitudine, capace di capire e affrontare il dolore degli altri, ma non il proprio. Inevitabile l’attrazione, fino alla più grande delle prove: affrontare insieme la malattia e il rischio della morte.

A fare da contraltare la bella e ribelle nipote di Iris, Melina (l’esuberante Claudia Gusmano), e il nuovo proprietario della casa, un tamarro speculatore (Marco Palvetti) pronto ad approfittare delle anziane in difficoltà. Ma i due giovani non possono far altro che cedere di fronte alla forza e al coraggio della donna. Di fronte alla sua consapevolezza.

Scandicci (Fi) – Teatro Aurora, 23 gennaio 2015

Lorena Vallieri

Nuda proprietà’ – di Lidia Ravera; regia: Emanuela Giordano; scene: Francesco Ghisu; musiche: Antonio Di Pofi.

Interpreti: Lella Costa, Paolo Calabresi, Claudia Gusmano, Marco Palvetti.