ROMA. Si è tenuto mercoledì 27 maggio alle ore 21 presso l’Auditorium Parco della Musica (Teatro Studio Gianni Borgna) un bell’incontro tra il pubblico romano e due degli attori più amati degli ultimi anni, Pierfrancesco Favino ed Elio Germano.

Hanno interpretato miti della nostra cultura (da Leopardi a Bartali), hanno attraversato con i loro personaggi il decennio più controverso e ribelle del ventesimo secolo (gli anni ’70 di “Romanzo Criminale” e “Mio fratello è figlio unico”) e si sono messi in luce sulla scena internazionale, da Cannes fino a Hollywood.
Cordiali, ironici, generosi partono subito con degli aneddoti.
Hanno tre film in comune eppure non hanno mai girato una scena insieme (l’unica inquadratura li vede incappucciati).
Si sono conosciuti sul set di Padre Pio. Germano era già un fan di Favino.
Si parla di cinema ma anche di teatro, dell’importanza del montaggio e della bellezza di perdersi in un personaggio, le clip mostrano la versatilità dei due attori che hanno lavorato con registi come Luchetti, Ozpetek, Placido, Tullio Giordana, Martone, ma raccontano anche gli stressanti tempi d’attesa di una tourneè teatrale quando il giorno non passa mai in attesa di andare in scena e di un set di un film hollywoodiano laddove per 15 giorni può capitarti di dover stare fermo in un posto e non far nulla mentre si gira una scena di battaglia.
Insomma un bel confronto che rischia solo talvolta l’autoreferenziale, pur non volendo sembrare tale.
Alcune domande del pubblico dissolvono ultimi dubbi…. sì, le scuole servono e vanno fatte seriamente… no, fare l’attore di cinema non si rimorchia più come un tempo.
Certo è che Elio e Pierfrancesco fanno bene al nostro cinema, carismatici e bravi attori hanno ancora una bella carriera da attraversare.
Il Duetto ha inaugurato le attività di Cityfest: eventi speciali, intrattenimento e formazione che la Fondazione Cinema per Roma, presidente Piera Detassis, realizzerà lungo tutto il 2015.
Verranno anche festeggiati i primi dieci anni della Festa del Cinema e l’evento coinvolgerà l’intera Capitale, l’area metropolitana e la Regione con incontri, rassegne, anteprime, lezioni.
Vi parteciperanno tra gli altri Paola Cortellesi, Neri Marcorè, Valerio Mastandrea, Laura Morante.
Giuseppe Bucci