La Versiliana presenta Keos Dance Project, centro di produzione e formazione consapevole.

Nel cartellone de La Versiliana Festival, Keos Dance Project con “The Mirror. Dorian Gray effect”, una serie di coreografie legate da un tema comune: il rapporto con l’altro.

Keos è un centro di produzione e formazione diretta da Stefano Puccinelli. Ancora in bilico tra scuola e professionismo, i giovanissimi danzatori della compagnia dimostrano consapevolezza fisica ed espressiva. “The Mirror” è ambientato in un luogo spoglio in cui la luce è preponderante: rende palpabile l’aria scenica ed è proiettata sullo sfondo, evocando mondi paradisiaci, infernali o interstellari.

Drammaturgicamente lo specchio è raccontato come narcisismo, come riflesso introspettivo che fa in modo che l’occhio umano non veda altro che sè stesso in chiunque abbia davanti. Interessante a livello concettuale la coreografia che racconta il rapporto tra il singolo e i social network fruiti negativamente. Ma ancora, la solitudine, l’amore travagliato, l’amore familiare, l’amore extraconiugale, l’amore omosessuale, l’amicizia; è la storia di come i rapporti che abbiamo con gli altri raccontano di noi.

La scelta delle musica è condivisa e apprezzata; si tratta di brani contemporanei, più o meno noti ma certamente corrispondenti al gusto acustico di oggi. Lo stile di ballo si allontana dal classico: Puccinelli propone l’unione fra contemporaneo e hip hop, proponendo una danza attualissima preparata e messa in scena sapientemente.

Pietrasanta, 12 settembre 2017.

Benedetta Colsanti

THE MIRROR. DORIAN GRAY EFFECT – Coreografie: Stefano Puccinelli; interpreti: Rachele Baiocco, Federica Bianchini, Linda Di Camillo, Camilla di Crisci, Andrea Ilaria Dini, Stefany Fruzzetti Simon, Alioscia Grossi, Mirco Menichetti, Geremia Nencioni Pardini, Beatrice Orlandi, Elisabetta Pizza, Erika Puccinelli, Sofia Rossi, Susanna Vecoli.