In scena al Teatro Studio di Scandicci un ricordo del giornalista svizzero-italiano a ventisette anni dalla scomparsa.

A ventisette anni dalla scomparsa di Enrico Filippini (1932-1988) l’associazione Terre Vivaci ha realizzato un ricordo teatrale liberamente ispirato alla vita e all’opera del noto scrittore svizzero-italiano. Realizzato dalla figlia Concita Filippini e da Giuliano Compagno è andato in scena al Teatro Studio di Scandicci con la regia di Marco Solari. E non si può certo definire uno spettacolo facile. Nel modo di procedere, per rapidi flashback, mentre una voce fuori campo racconta spezzoni di vita vissuta, esso richiede al pubblico una conoscenza non superficiale della persona e dell’epoca storica. Molte, infatti, le notizie tralasciate, quelle solo accennate, o comunque date per note.

Filippini fu scrittore neoavanguardista e cofondatore del Gruppo 63, giornalista di Repubblica fu a lungo consulente per la Feltrinelli. Un intellettuale intelligente e sensibile cui si deve la conoscenza, in Italia, di personaggi quali il futuro Premio Nobel Gabriel García Márquez o i filosofi Edmund Husserl e Walter Benjamin. Nel ricordo ci ritroviamo nella stanza della clinica dove Filippini (lo stesso Marco Solari) è ricoverato e da dove non uscirà mai più. Accanto a lui gli amori di una vita (Alessandra Vanzi), ma soprattutto la figlia Concita (Xhilda Lapardhaja). In quel luogo vengono rievocati ricordi, immagini e pensieri che testimoniano i successi pubblici e i fallimenti privati. I rimpianti, ma anche il perdono. Pochi giorni per ritrovarsi e intrecciare i fili di un rapporto mai veramente costruito. Con un’interessante idea registica finale: quella di non rappresentare la morte di Filippini, ma di far uscire gli attori dai rispettivi personaggi per raccontare cosa è stato per loro ripercorrere la vita dello scrittore.

Scandicci (Fi) – TEATRO STUDIO, Martedì 17 febbraio

Lorena Vallieri

L’ULTIMO VIAGGIO. LA VERITA’ DI ENRICO FILIPPINI – ispirato all’opera e alla vita di Enrico Filippini. Compagnia: Associazione Terre Vivaci; drammaturgia: Giuliano Compagno e Concita Filippini; regia: Marco Solari; spettacolo realizzato grazie a ArtTransit, Performing Arts in Motion parte di “Viavai, Contrabbando culturale Lombardia-Svizzera” della Pro Helvetia e del Teatro San Materno. Foto: Fabrizio Albertini.

Interpreti: Marco Solari, Xhilda Lapardhaja, Alessandra Vanzi.