Gli incontri tra i famosi e il grande pubblico.

Si avvicina l’inizio della stagione teatrale del Teatro Verdi, il più commerciale dei teatri di Firenze, il più aperto ad accogliere un grande pubblico appassionato di intrattenimenti di vario genere, che hanno in comune la capacità di avvicinarsi ai gusti abitudinari dei più. Come di consueto, il cartellone è ricchissimo; tra novembre 2017 e maggio 2018, le proposte spaziano tra prosa, varietà, danza, musical, concerti e spettacoli per bambini, dal classico al contemporaneo, da titoli conosciutissimi a nuove proposte.

La stagione si apre con la prosa: Ambra Angiolini e Matteo Cremon, diretti da Filippo Dini, mostrano l’ipocrisia e il perbenismo americano con “La guerra dei Roses”; tra commedia e cruda verità anche “DUE”, “Una festa esagerata” e “La strana coppia”, interpretati da nomi famosi anche in televisione e sul grande schermo come Raoul Bova e Chiara Francini diretti da Luca Miniero e Vincenzo Salemme e Claudia Cardinale con Ottavia  Fusco. Altri attori noti come Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Violante Placido e Paolo Ruffini propongono invece un titolo più classico, “Sogno di una notte di mezza estate”.

Dalla prosa al varietà, ancora risate, riflessioni e storie di rapporti umani: Giuseppe Giacobazzi, star di Zelig, mette in scena “Io ci sarò”; Massimo Lopez e Tullio Solenghi uniscono la propria amicizia in un intrattenimento fatto di gag comiche e improvvisazione; Enrico Brignano propone il suo nuovo “Enricomincio da me”. Tornano “Caveman – L’uomo delle caverne” di Maurizio Colombi, “Io doppio” di Paolo Ruffini” e l’immancabile appuntamento con “Magicflorence”, che andrà in scena all’Obihall così come “Made in Sud”, mentre “Al cavallino bianco”, col suo ricchissimo e colorato allestimento, si pone a metà tra prosa e operetta.

Il musical ha uno spazio preponderante: con un’unica tappa italiana insieme a quella di Milano, al Mandela Forum andrà in scena il bizzarro “Richard O’Brien Rocky Horror Show” con Claudio Bisio nel ruolo di narratore; con ben sei date, è attesissimo il nuovo allestimento di “Mamma mia!” prodotto da PeepArrow e diretto da Massimo Romeo Piparo. E ancora “Robin Hood” di Beppe Dati con Manuel Frattini, “Grease” e la Compagnia della Rancia, con cui il teatro fiorentino festeggerà il capodanno, “Dirty Dancing” di Federico Bellone, un “Romeo e Giulietta” cantato, ballato e modernizzato con l’uso delle tecnologie e ben due titoli di Claudio Insegno: “La febbre del sabato sera” e “Jersey Boys”. Per i più piccoli, “Madagascar” e Lorella Cuccarini con il musical diretto da Colombi e ispirato alla pucciniana Turandot, “La regina di ghiaccio”.

Sul versante classico, un ruolo fondamentale è quello del balletto, che per la stagione 2017-2018 propone “Lo schiaccianoci” firmato Balletto del Sud, “Il lago dei cigni” e “Cenerentola” rispettivamente realizzati da Russian Stars & Moscow State Classical Ballet by Liudmila Titova e dal Balletto di Mosca e “Don Chisciotte” del Balletto di Sofia. Si passerà poi all’ambito moderno e folcloristico con “Flamenco Live”. Infine l’offerta musicale, interamente incentrata sulla musica classica, ad eccezione dei concerti di Edoardo Bennato, di Asaf Avidan e del racconto musicale de “I Soviet + l’elettricità”. Anche in questo ambito non mancherà spazio per i bambini con “Nel giardino degli archi”, “Bustric e la musica del Libro della Giungla” e “Il fagiolo magico”.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.teatroverdifirenze.it; per prenotazioni: tel. 055 212320 / info@teatroverdionline.it

Benedetta Colasanti