2-2Qualcuno ci credeva, qualcun altro poteva sembrare più scettico, ma le profezie dei Maya che davano per spacciata la Terra appena qualche tempo fa hanno fatto fibrillare le menti più suggestionabili: probabilmente da quel tam tam mediatico, lo scrittore Demetrio Verbaro ha preso spunto per la nascita della sua ultima creatura letteraria, “La farfalla con le ali di cristallo”, edito da Lettere Animate.

Al centro del libro l’esistenza di un fantomatico manoscritto che, se opportunamente decifrato, racchiuderebbe l’unica possibilità di salvezza per la razza umana, in seguito ad un imminente disastro che ne porrebbe la tragica estinzione. Un sedicente esperto, un magnate della tecnologia ed un gruppo di quattro persone che rappresenteranno la chiave di svolta della storia sono i protagonisti assoluti di un racconto scorrevole ed avvincente che strizza l’occhio a film come “Her”, trattando del futuro ormai prossimo, ma anche ad ogni disaster movie che vede il pianeta in sommo pericolo.

Molto interessante il mondo immaginario inventato da Verbaro per animare l’ipotetico futuro in cui si dipanano i personaggi del libro, assolutamente verosimile visto il cammino spesso ardito della tecnologia già ai nostri giorni. Semplici ed efficaci i dialoghi tra i personaggi che offrono più di un colpo di scena, pronto a lasciare a bocca aperta il lettore. “La farfalla con le ali di cristallo” è un’ottima lettura per chi sguazza nel mondo della tecnologia e in quello del mistero, trovando ottimi spunti per riflessioni ed ipotesi sul futuro che potremmo davvero un giorno vivere.

Gaetano Cutri