A causa di disastri geologici e del progressivo danneggiamento che stiamo continuando a perpetrare nei confronti della nostra Terra, è facile trovare da questo fenomeno uno spunto per tirare fuori dalla mente creativa degli artisti in ogni campo, delle storie inerenti ad un futuro distopico che vede il nostro pianeta ormai invivibile.

E’ anche quello che accade in “Dosei Mansion”, una nuova opera di Hisae Iwaoka, già apprezzata per il volume “Fiori di biscotto” pubblicato anch’esso dalla Bao Publishing, anche se in questo prodotto ci troviamo in un contesto decisamente differente.

Se in “Fiori di biscotto” infatti il tema trattato era quello scolastico, sottolineando vari aspetti della vita tra i banchi di scuola sia dal punto di vista degli studenti che da quello degli insegnanti, in “Dosei Mansion” il contesto è futuristico, ma che farà parte di un periodo storico che non vorremmo mai vivere davvero.

La Terra infatti è diventata un’oasi protetta e non è più permesso abitarci, per questo l’intera umanità è stata trasferita in una sorta di ambiente artificiale rappresentato da un anello suddiviso in tre piani diversi, in cui continuare la propria vita, anche se sottoponendosi a nuove regole e nuove abitudini.

Innanzitutto, quello che sottolinea il primo volume dei sette in programma è una gerarchia molto importante in cui gli esseri umani sono catalogati in questo nuovo habitat, visto che ai piani inferiori sono stipati i ceti sociali più bassi, mentre nei piani più alti sono ubicati i più ricchi e facoltosi abitanti di questo nuovo sistema ambientale artificiale.

Protagonista del manga è Mitsu, un umile ragazzo che prende l’incarico di lavavetri: non un normale inserviente come siamo abituati a conoscere, ma quasi un astronauta col rischiosissimo compito di pulire i vetri esterni, affacciati sullo spazio e verso la Terra, per permettere alle persone di non beneficiare soltanto della luce artificiale, ma di godere di quella del sole.

La storia porterà il protagonista ad incontrare varie persone che abitano nei vari settori della nuova struttura, conoscere nuove storie e magari far luce sulla morta del padre avvenuta a causa di un incidente proprio mentre svolgeva lo stesso compito di cui ora è responsabile.

Dosei Mansion”, con un tratto interessante ed un’atmosfera futuristica ma spesso molto intima e personale, riesce a trasmettere curiosità e coinvolgimento pagina dopo pagina, tessendo storie di varia natura che ruotano intorno al mistero che attanaglia il protagonista.

Gaetano Cutri