Layout 1ROMA Per circa due mesi, tra maggio e giugno, la Temple University di Roma ogni anno ospita giovani studenti americani che decidono di intraprendere un’esperienza di studi immersi nella cultura della capitale italiana. Per tutto l’anno, sempre nel medesimo posto, la Galleria della Temple University continua la sua indagine sul mondo contemporaneo a Roma, presentando di volta in volta i luoghi di lavoro e gli studi collettivi presenti nel territorio in cui gli artisti condividono gli spazi e spesso si scambiano idee e ispirazioni.Dal 26 settembre al 9 ottobre Tiziana Musi e Shara Wasserman racconteranno le vite e le opere degli artisti di OFF1C1NA al Quadraro. Un’ex officina elettrica, nel cuore dello storico quartiere Quadraro, a via degli Juvenci 11, che da qualche anno ospita un gruppo di artisti, diversi per età, produzione artistica, formazione e ricerca ma legati da un rapporto di amicizia e da un costruttivo scambio di idee; gli inquilini sono Paolo Assenza, Annabella Cuomo, Paolo Dore, Anahi Mariotti, Germano Serafini e Daniele Villa.Assenza ha una formazione da scenografo e conta molte collaborazioni con diversi artisti; generalmente produce installazioni ma in questa avventura si cimenta su delle opere pittoriche su carta: pochi colori e forme geometriche semplici occupano i suoi grandi fogli bianchi, appena macchiati dalle pennellate.Annabella Cuomo, pittrice di formazione, muove la sua ricerca tra fotografia e disegno. Alla Temple presenta diversi lavori di forma ovale solo e rigorosamente disegnati; unico colore presente nelle opere è il nero su fondo bianco in cui il tema ruota su figure di animali leggiadre e sinuose.Paolo Dore pittore e scenografo, figlio d’arte si cimenta in un lavoro formato da differenti porzioni di carta assemblate e incatramate in cui il montaggio porta alla formazione di un’unica struttura scenica. Anahi Mariotti presenta un’installazione in cui sono inseriti piccoli oggetti di oreficeria. Il tema presentato, molto caro all’artista, è quello del rastrellamento del ’44 avvenuto nel quartiere Quadraro di Roma, soprannominato da tutti “nido di vespe” per via dell’alta concentrazione di partigiani.Nell’opera di Germano Serafini protagonista è la fotografia. I lavori, numerosi paesaggi “sfuocati” della capitale, riflettono della ricerca di Germano sullo sfuocamento e sullo slittamento del punto di vista e del senso delle immagini.Infine l’opera di Daniele Villa presenta alcuni piccoli lavori in cui l’artista ha incorniciato dei collage di carta di immagini che unite formano dei frammenti visivi dai quali si può evincere una profonda complessità dal tono quasi surreale.

 

OFF1C1NA al Quadraro

dal 23 settembre al 9 ottobre 2014

orari lun-ven. 10-19

Temple University

Lungotevere Arnaldo da Brescia 15 Roma

Francesco Rao