Mostra di Enzo Palumbo
Sala delle Carceri di Castel dell’OVO – Napoli
2 – 18 ottobre 2021 
h. 10,00-18,00
Antipodi
Sabato 2 ottobre 2021 alle ore 11.00 presso la SALA delle carceri di Castel dell’Ovo si è inaugurato un progetto espositivo di Enzo Palumbo a cura di Marco Izzolino. L’installazione, il cui titolo è “GLI ANTIPODI”, a prescindere da qualsiasi lettura simbolico-interpretativa, nasce dalla volontà e dal desiderio di creare un atto di sospensione illusoria, un ponte sospeso composto da centinaia di mattoni, il quale, sfidando la legge di gravità, ne enuncia la sfida formale. L’uomo (e l’arte in particolare) ha il compito di voler concretizzare la propria progettualità sociale e il proprio cammino di conoscenza. La storia di chi ha cercato (e cerca) di vivere con profondità di senso e di valori la propria esperienza comunicativa, illuminando il proprio presente nella progettazione di PONTI verso il futuro. I ponti prima di essere strutture materiali, sono strutture di pensiero atte a descrivere la parabola efficace di uno Stato relazionale. L’impronta della possibile dialettica di comprensibilità tra passato e presente. FILO CONDUTTORE di un discorso di rilevanza umanistica, METAFORA della fiducia critica nella memoria storica dell’uomo. Il PONTE è cioè esperienza concreta di unità e diversità insieme, di opposti (gli antipodi) che solo in quanto si sono riconosciuti tali possono infine arrivare a congiungersi.
La scultura, la cui dimensione è di mt 4,50×1,50×0,80, è costituita da materiali extra mediali (le due carriole) e materiali tradizionali (gesso, polistirene). 
Enzo Palumbo
 

Dal 2 al 18 ottobre 2021 h. 10,00 – 18,30