“Storie di Claudia”: i sogni diventano realtà e poi racconti

Coraggioso spettacolo con protagonista Claudia Gerini, “Storie di Claudia” è un ritratto autobiografico dell’ascesa alla celebrità dell’attrice italiana.

 

Il ricordo di bambina: un’adolescente particolare cui non piaceva giocare con gli altri bambini e con le bambole. Invece si divertiva a spiare nella finestra di una vicina che sognava di conoscere. E un giorno accadde: la donna suonò alla sua porta per chiedere una camomilla e la bambina gliela portò a casa sua. L’appartamento era come lo immaginava, ricco di cimeli artistici: foto, libri, dipinti di donne, locandine e tanti accessori appariscenti. Continuò a frequentare quella casa, era ammaliata dai racconti della donna e questi alimentavano i suoi sogni: diventare un personaggio di quei dipinti, indossare accessori, cantare, ballare…

E così arrivarono i provini, i debutti, i ruoli cinematografici e la notorietà: i suoi sogni sono diventati realtà e ora racconti.

 

La Gerini imita, canta, recita e balla fino a volare come un’acrobata e così si racconta.

 

Nonostante lo sforzo registico, la grande attitudine dell’attrice a stare sul palcoscenico, degli interessanti supporti video, un’effervescente scelta musicale ed espedienti coreografici e scenografici, lo spettacolo non riesce a decollare.
È un teatro contaminato dalla televisione, a volte fa sorridere, a volte intrattiene ma finisce per essere un espediente frivolo e di vanità non completamente riuscito. Il racconto che l’autore tesse e i personaggi che lo vivono per quanto teneri non lasciano emozioni ma solo sprazzi di varietà.

La Gerini è sicuramente donna di spettacolo con molto fascino e talento ma le sue Storie sono drammaturgicamente fragili e impalpabili soprattutto per un pubblico adulto. È uno spettacolo forse più adatto ad adolescenti.

 

Dietro quest’opera non c’è vanità, né autocompiacimento, ma l’intento nobile di voler risvegliare quel fuoco artistico che arde in molti adolescenti.  La Gerini non ricorda semplicemente ma vuole vestire i panni della sua vicina per mandare un messaggio a tutti quei ragazzi che, come lei da bambina, si sentono un po’ speciali e incoraggiarli a credere in sé e a realizzare i propri sogni.

Dunque intento nobile e coraggioso ma troppo poco accattivante per il teatro.

 

Roma, teatro Quirino, 8 Gennaio 2016

Vittorio Sacco

Storie di Claudia

dal 26 dicembre al 17 gennaio

Enfi Teatro
Claudia Gerini

di Giampiero Solari   Claudia Gerini
Paola Galassi   Michela Andreozzi

arrangiamento e direzione musicale Leonardo De Amicis
musicista in scena Davide Pistoni
video scene Giuseppe Ragazzini
coreografie Roberta Mastromichele
costumi Nicoletta Ercole
scene Patrizia Bocconi
luci Gigi Saccomandi

regia Giampiero Solari

By | gennaio 10th, 2016|Recensioni, Teatro|Commenti disabilitati su “Storie di Claudia”: i sogni diventano realtà e poi racconti

Conosciamoci meglio: