Vittoria Belvedere e Luca Ward al Verdi con la loro grande famiglia.

Peeparrow e Il Sistina presentano “Tutti insieme appassionatamente”, nostalgico e amato musical che ritorna al Teatro Verdi di Firenze per la corrente stagione. La musica originale di Richard Rodgers e il classico libretto di Howard Linsday e Russel Crouse sono riviste e riadattate dal regista Massimo Romeo Piparo.

«Se son triste, infelice, e non so il perché, io penso alle cose che amo di più e torna il seren per me!». Un musical tra i più dolci. Tenerezza, amore, un pizzico di magia e sette note combinate a piacere: ecco la ricetta per la famiglia perfetta. Un celebre film del 1965, transitato più e più volte in teatro, grazie anche al successo della musica di Richard Rodgers. C’erano una volta sette bambini orfani di madre, educati severamente dal padre, un capitano della marina, come se fossero sette piccoli soldatini. Una famiglia sfasciata nel contesto di un’Austria che sta per essere annessa alla Germania nazista, dove l’amore sembra letteralmente scomparire davanti alla freddezza degli ordini. C’era una volta anche Maria, una giovane novizia, determinata ad entrare in convento. A Maria però piace cantare, piace correre sulle montagne in cui è cresciuta, e forse non è ancora pronta per diventare una suora. La Reverenda Madre decide, infatti, di inviarla presso la famiglia del comandante von Trapp dove, per un periodo, sarà governante. È lì che Maria trova l’amore e la sua ragione di vita, ed è con ella che i sette fratelli e il loro padre ritroveranno la gioia di essere una famiglia, nonostante l’annessione alla Germania e le difficoltà che ne seguiranno.

Vittoria Belvedere, protagonista del musical, esprime una delicatezza estrema, che incarna perfettamente il personaggio. Passione, impegno e una buonissima recitazione, insieme ad un canto non troppo virtuoso, ma comunque apprezzabile. Il resto della compagnia non è da meno; Luca Ward, nel personaggio del capitano von Trapp, ma anche Giulio Farnese (Max) e Sabrina Marciano (Elsa), rivelano voci calde e belle, ognuna capace di caratterizzare ulteriormente i vari personaggi. Una squadra vincente, che sembra una grande famiglia anche grazie alla presenza di bambini e ragazzi, che animano con simpatia il palcoscenico. La disciplina dei bambini von Trapp sembra appartenere anche ai giovani artisti, che si dedicano alla performance con professionalità e grande partecipazione. Degna di nota è Rachele Pacifici, che interpreta la figlia maggiore, dalla voce melodiosa e dai movimenti leggiadri: un misto tra semplicità ed eleganza che dovrebbe sempre appartenere ad un’attrice di musical. Le scenografie sono ben fatte e funzionali alla performance, variano e si trasformano come per magia, con una fluidità che sembra quella di un infantile girotondo. Dal salotto di casa von Trapp, alla veranda, alla camera da letto, al convento da cui proviene Maria, dalle cui mura si possono udire canti soavi. Tra comicità, spensieratezza, il sottofondo di sofferenza troverà sempre un modo per essere cacciato via da una semplice canzone, un esempio di filosofia forse un tantino antica e così incarnata nostalgicamente dai nostri nonni. Un’affettuosità che è data per scontato ma che è un pilastro delle nostre vite e che dovremmo forse conservare con maggiore cura.

Firenze – TEATRO VERDI, 7 aprile 2016.

Benedetta Colasanti

TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE – Regia, traduzione e adattamento: Massimo Romeo Piparo; libretto: Howard Lindsay, Russel Crouse; musica: Richard Rodgers; interpreti: Vittoria Belvedere (Maria), Luca Ward (comandante von Trapp), Giulio Farnese (Max), Sabrina Marciano (Elsa), Tia Architto (Madre Badessa), Donatella De Felice (Frau Schmidt – Suor Sophia), Marika Franchino (Suor Berthe), Rachele Pacifici (Liesl), Daniela Simula (Brigitta), Alessandro di Giovanni (Friederich), Zoe Nochi (Louisa), Claudia Mangimi (Marta), Alessandro Orfini (Kurt), Eleonora Setzu (Gretl), Enrico Baroni (Herr Zeller), Carlo Alberto Gioja (maggiordomo), Riccardo Sinisi (Rolphe), Fabrizia Scaccia (Suor Margareta), Sebastiano Vinci (ammiraglio); produzione: Peeparrow, Il Sistina; produttrice esecutiva: Francesca Piparo.