Giampiero Notarangelo in foto di scena GesualdoE’ stata presentata la nuova stagione 2014-2015 del Teatro Tasso di Napoli, storica sala che presenta sei spettacoli, uno al mese a partire da dicembre, con un prezzo in abbonamento di appena 50 euro. La stagione si aprirà con tutta la simpatia di “A ruota libera… il varietà”, spettacolo in cui gag e sketch estrapolati dal variegato bagaglio professionale di artisti come Gino Bramieri e Walter Chiari saranno i veri protagonisti, grazie alla regia di Vincenzo Ricci: in scena ci saranno Guglielmo Capasso, Marco Venezia e Giorgio Gori, con la partecipazione di Chatrin Ponticelli e Carmen Marselli. “I fantasmi del ’43” è invece un’opera di Raffaele Bovenzi, ispirata al romanzo “Il giorno prima della felicità” di Erri De Luca, che garantirà una storia a metà strada tra presente e passato. Un grande classico come “Il berretto a sonagli” di Pirandello sarà portato in scena da Ciro Fiengo, mentre “Gesualdo da Venosa” sarà il dramma in due atti scritto da Anna Ortolani sulla figura del grande musicista che ha vissuto a Napoli a cavallo tra il 1500 e il 1600 e di cui si conosce, oltre la carriera personale, anche la folle gelosia omicida. Giampiero Notarangelo, direttore della struttura, sarà presente in cartellone con due grandi classici come “La tempesta” di Shakespeare e “Il gabbiano” di Cechov, accompagnato da alcuni allievi della sua scuola di teatro che da molti anni porta avanti con passione e professionalità. Una stagione che porta sul palco di una sala storica grandi opere del passato con un occhio anche al divertimento e alla nuova drammaturgia.

Gaetano Cutri