napoli_teatro_bolivarTantissima la carne al fuoco per la nuova stagione del Teatro Bolivar che per l’occasione si fa addirittura in quattro: quattro sono infatti le rassegne che comporranno il cartellone della sala di Materdei a Napoli. Interessante l’iniziativa dei “Duetti”, una coppia di spettacoli ogni sera, a partire dal 29 settembre, per raddoppiare l’emozione del teatro pagando un unico biglietto.

“Terramia” sarà invece fortemente legata alla tradizione, che da sempre è un marchio indelebile del Teatro Bolivar, lasciando spazio ad artisti del panorama napoletano pronti ad omaggiare grandi nomi del passato o alla presentazione di novità sempre connesse alla memoria del territorio: si andrà da Rosario Jermano che aprirà la stagione il 25 settembre con un suo concerto, fino ad arrivare alla bella voce di Monica Sarnelli e alle presenze forti di Corrado Taranto e Fabio Brescia, entrambi en travesti nei rispettivi spettacoli.

Se “Terramia” rappresenta le fondamenta del teatro, “Nuove vele” è la porzione del cartellone totalmente dedicata alle nuove drammaturgie: nella rassegna si segnalano “Cantami, o diva”, nuovo esperimento sulla sceneggiata di Carmine Borrino, transitando per l’interessante “Closer” con la regia di Alex Sassatelli e “Taranterra” con Ettore Nigro che, per quest’anno, sarà anche direttore artistico della sala insieme a David Jentgens. Tanto spazio anche per la danza con “B-Author”, il festival della nuova danza d’autore che legherà il ballo al teatro con ben undici appuntamenti ricchi di atmosfera ed intense interpretazioni.

Gaetano Cutri