Con l’estate si apre la stagione del Teatro romano di Fiesole.

Un palcoscenico che dai primi anni del ‘900 ospita performances di vario genere, anche per l’estate 2017 si prepara ad accogliere artisti popolari e a proporre un programma originale, aperto ai gusti di un pubblico composito. Già dallo scorso anno gestito interamente dal Comune di Fiesole, la 70a edizione dell’Estate Fiesolana, in programma al Teatro romano di Fiesole dal 21 giugno al 27 luglio, è pronta ad aprire le danze.

Come simbolo di svecchiamento e di nuova proposta, sono gli studenti a inaugurare la nuova edizione, con l’Orchestra dei ragazzi diretta da Edoardo Rosadini in occasione dei premi “Abbiati” e “Abbado” per la scuola. Tra i più noti nomi della musica leggera italiana, i concerti di Fabrizio Moro (5 luglio), Daniele Silvestri (25 luglio) e Luca Aquino col suo nuovo album registrato in Giordania (11 luglio). Anche la musica classica animerà il Teatro romano con l’Orchestra della Toscana e i suoi due concerti: “Le quattro stagioni” di Vivaldi (27 giugno) e un trittico composto dall'”Ouverture” mozartiana de “Le nozze di Figaro, il concerto per tromba e orchestra di Haydn e la 3a sinfonia di Schubert (14 luglio).

Tra contemporaneità e tradizione, ritmi e melodie dal gusto vintage ma ancora molto seguite: il jazz sudafricano di Shabaka Hurtchingson & The Ancestors, l’0riginalità di Richard Galliano, che fonde musiche multietniche francesi, mediterranee e dell’America latina e ancora il jazz con Billy Cobham, accompagnato dal chitarrista Stanley Jordan e dal bassista Christian Gàlvez. All’Estate Fiesolana anche il rock’n’roll di Peter Hook, fondatore dei New Order, che con i suoi ritmi dei tempi andati ma amati andrà in scena con i The Lights. Seguiranno un progetto in omaggio alla musica e alla carriera di Jimi Hendrix: “Purple Whales”, il quartetto statunitense chitarre-tromba con Mike Stern e Randy Breker Band e, infine per la musica, “In my Room”, lì dove è iniziata la carriera musicale del ventunenne Jacob Coller: nella stanza in cui sua madre teneva lezioni di violino.

Dalla musica alla prosa, il racconto dell’Odissea, un epico viaggio che tocca ancora oggi da vicino i luoghi della nostra cultura; “ODISSEA – Un racconto mediterraneo”, diretto da Sergio Maifredi con la consulenza letteraria di Giorgio Ieranò e Matteo Nucci e la produzione di Lucia Lombardo, andrà in scena ogni giovedì. Tra politica e spettacolo, la performance di “Grillo vs Grillo – Update 2017” (28 giugno), uno scontro tra sé e sé che rivela le contraddizioni dell’uomo e della società.

E ancora un viaggio, quello di Drusilla Foer, dal cinema, alla tv, al recital “Eleganzissima” (12 luglio), omaggio all’icona di stile protagonista del film di Ozpetek “Magnifica Presenza”, ricordata nell’eleganza brillante con cui cantava “I Will Survive”.

Benedetta Colasanti