Un canzoniere dell’acqua riproposto alla Stazione Leopolda di Firenze.

‹‹Arriviamo dall’acqua e nell’acqua, a volte, torniamo››. Con questa premessa trae spunto “Sea Songs”, l’appuntamento musicale con Cristina Donà, una delle voci femminili più ricercate del cantautorato italiano, prodotto dalla Fondazione Fabbrica Europa per la XXIII edizione 2016. Sul palco con lei ad intraprendere il viaggio sonoro di ‹‹pura essenza liquida›› alla Stazione Leopolda di Firenze, cinque abilissimi musicisti, nonché suoi affezionati collaboratori come Lorenzo Corti alle chitarre, Cristiano Calcagnile alla batteria, Vincenzo Vasi al basso e theremin, Pasquale Mirra al vibrafono e Gabriele Mitelli alla tromba.

Tema centrale della traversata di Donà & Company è simbolicamente l’acqua, in tutte le sue forme e trasformazioni, combinazione polare di atomi puri connessi tra loro da un legame unico in natura, alla base di ogni ecosistema e forma di vita. Nel fluire musicale che cavalca le onde ritmiche riarrangiate e riproposte con spiccata originalità, ritroviamo le composizioni degli artisti del cuore come Robert Wyatt, che non ha mai nascosto il suo amore per la cantante e che viene omaggiato con alcuni brani tratti dalla sua discografia come Sea Song e Maryan. Imperdibili anche i tributi a Nick Drake (Riverman e Way to Blue), e Nick Cave (The Weeping Song, The Ship song), fino a Onda su Onda di Paolo Conte e Com’è profondo il mare di Lucio Dalla.

Non potevano mancare in questo acustico mare, colmo di note privilegiate e di grande sensibilità artistica, anche alcuni testi della cantautrice lombarda, come l’attesissima Goccia dall’album ‘Nido’ del 1999, e l’invocato Universo dall’album ‘La quinta stagione’ del 2007: ‹‹un tappeto di preghiere, un odore salato che va oltre l’istante››. Quello che traspare da questo attesissimo lavoro è una risoluta voglia di sperimentare nuovi suoni e nuove idee, partendo da una materia affine alla Donà, l’acqua, da sempre elemento rivitalizzante delle sue canzoni. In questa intrisa atmosfera rimbombano memorie nostalgiche ed intime confidenze, dove tutto il team “Sea Songs” non si risparmia ma naviga fiero lidi schiumosi, carichi di energia introspettiva, che cullano il pubblico nell’umile ascolto in atto. Un transito coraggioso, capace di reinventarsi pezzo dopo pezzo, onda dopo onda, con la musica e i suoi miracoli, veri protagonisti del viaggio.

Firenze – STAZIONE LEOPOLDA, 12 maggio 2016.

Mara Marchi

CRISTINA DON – SEA SONGS – Voce: Cristina Donà; Produzione: Fondazione Fabbrica Europa; Batteria e Percussioni: Cristiano Calcagnile; Chitarra: Lorenzo Corti; Basso e Theremin: Vincenzo Vasi; Vibrafono: Pasquale Mirra; Tromba: Gabriele Mitelli.