Rincrescioso impedimento per la cantante bianca dalla potente voce nera, Anastacia, obbligata a riprogrammare le date italiane del Resurrection Tour per una fastidiosissima laringite. A diffondere la notizia è stata l’agenzia XMC, rivelando che il concerto previsto per il 20 novembre2014, al palazzeto Fevi di Locarno, è stato posticipato al 30 gennaio 2015. Ritornata in scena dopo sei anni di distanza dal precedente “Heavy Rotation”, del 2008, per sopperire a questa disdicevole situazione, l’artista, oltre alle date saltate cercherà di recuperare anche il concerto della prima tappa del mini-tour italiano, tenutasi al Fabrique di Milano, lo scorso 27 ottobre, dove si è esibita con estrema difficoltà, poiché quasi afona.

I fan dovranno quindi attendere il mese di gennaio per poter assistere alle esibizioni della loro amata beniamina che sarà in concerto l’11 gennaio 2015 all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il 12 gennaio all’ObiHall di Firenze, il 14 gennaio al Fabrique di Milano e il 15 gennaio al Gran Teatro Geox di Padova. La salute di Anastacia è sempre stata precaria, già all’età di 13 anni i medici le riscontrarono il morbo di Crohn, una patologia cronica autoimmune a causa della quale le è stato rimosso parte dell’intestino, negli anni che seguirono non solo scoprì di soffrire di tachicardia sopraventricolare ma, per ben due volte, ha combattuto l’ardua battaglia contro il tumore al seno che ha sconfitto dopo una duplice mastectomia. Il suo Impegno nel campo della ricerca e della prevenzione del male del secolo, l’ha resa seconda donna, dopo Annie Lennox, ad aver vinto l’Humanitarian Award al GQ Men Of The Year awards nel 2013.

Fabiana Laganà