DSCN6295Si è svolta presso la sala delle Istituzioni e della Cultura della splendida Villa vesuviana, l’attesissima conferenza stampa di presentazione di Ricomincio dai libri, la prima fiera del libro di San Giorgio a Cremano. Tanti i temi dibattuti, per «una kermesse che ha saputo imporsi nella fitta agenda del Comune che fu di Massimo Troisi, grazie alla ricchezza dei suoi contenuti» – come sottolinea lo stesso vicesindaco, Giorgio Zinno.

Ed è proprio su quest’ultimi che i presidenti delle tre associazioni organizzatrici – Arenadiana, La Bottega delle parole e Librincircolo – hanno posto l’attenzione, proseguendo un discorso avviato dal dott. Roberto Dentice. Il presidente del Forum delle associazioni ha, infatti, voluto ribadire l’importanza della condivisione del sapere – i libri appunto – ma anche «l’importanza del fare insieme, caratteristica pregnante dell’attività del Forum stesso, poiché è solo dall’ interazione e dalla condivisione delle idee che nascono i grandi progetti».

Il progetto di Ricomincio dai libri da questo punto di vista è molto ambizioso. Tre associazioni, un unico obiettivo: «rilanciare la cultura non solo a San Giorgio a Cremano, ma nell’intera Campania e anche oltre», afferma il presidente di Librincircolo, Gianluca Calvino. Il modo per realizzare tale scopo, secondo gli organizzatori, è una due giorni letteraria totalmente gratuita all’insegna dei libri, ma anche dei numerosi laboratori didattici, workshop, lezioni di scrittura creativa ed eventi creati ad hoc. Ben tre contest, ad esempio, caratterizzano l’evento. “Libri senza frontiere”, a cura di La Bottega delle parole – come spiega Miryam Gison, presidente dell’associazione – «consiste nel pubblicare la foto di un libro scritto in una determinata nazione e nell’ambientare tale foto in uno scorcio paesaggistico del Paese stesso». “Il Nano d’oro”, mette, invece, a dura prova le capacità di sintesi di quanti volessero partecipare. Si richiede, infatti, un racconto (con tanto di inizio, sviluppo e fine) di sole 250 battute, spazi inclusi. In pratica un nanoracconto, sorto da una bellissima idea di Pietro Damiano. Vi è, poi, “Ricomincio dai libri perché”, che richiede di completare l’omonimo incipit, andando a creare uno slogan capace di lasciare il segno.

I contest faranno da cornice ad un quadro dove saranno presenti ben 20 editori, 33 autori e 18 associazioni, ognuno impegnato in propri eventi, quali presentazioni di libri – le case editrici presenteranno i lavori di un proprio autore – e progetti che, per lo più impegneranno praticamente i visitatori. «In fondo uno dei capisaldi della manifestazione è provare ad educare soprattutto le future generazioni. La cultura, in questo senso, sembra la sola strada percorribile» – afferma Miryam Gison. «Anche per questo sono in programma numerosi giochi e laboratori, il tutto sulle note della Liuteria Sansone» prosegue Luigi Montesanto, presidente di Arenadiana. Ben tre i momenti musicali previsti. Sabato ore 19:00 Enzo Fiorentino sarà di scena col “Progetto Bellavista”. Alle 11:00 della domenica, invece, esibizione canora di Julce Rescigno con “Rising Sun” e Davide Costagliola, Bass Solo & Loop. Mentre alle 18:00 i visitatori potranno ascoltare il duo Cecere-Mauriello e il duo Aversano-Ascione.
I momenti più attesi, però, sono le presentazioni delle Special Guest, che non a caso avverranno sulla terrazza di Villa Bruno, al Piano Nobile. Cinque autori di fama nazionale e non solo saranno impegnati nel presentare i loro ultimi capolavori – senza dimenticare, tra l’altro, la presenza di un inedito Federico Salvatore, il quale alle 16:00 di sabato terrà la presentazione de “Il flato magico”, edito da Stamperia del Valentino. Si parte alle 11:00 di sabato mattina con Don Maurizio Patriciello, il quale presenterà “Non aspettiamo l’apocalisse”, edito da Rizzoli. Al pomeriggio sarà il turno di Francesco Pinto, attuale direttore della produzione Rai di Napoli, e del suo “Il lancio perfetto” (Mondadori), ambientato tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’60. Il primo giorno di fiera si chiuderà, poi, alle ore 21:00, con una divertentissima lectio comica dello scrittore umoristico Pino Imperatore e di Edgardo Bellini (campione nazionale di giochi di parole). I due intratterranno il pubblico con una parodia di “Benvenuti in casa Esposito” e “Bentornati in casa Esposito”.

Le special guest della domenica, ovviamente, non saranno da meno. Il Piano Nobile alle ore 12:00 si trasformerà nel salotto di Antonella Ossorio, che con Einaudi ha pubblicato il romanzo “La mammana”. Chiuderà le presentazioni dei “big” Patrizia Rinaldi – ore 19:00 – con “Rosso caldo”, edito da Edizioni E/O.
A seguire la premiazione del contest “Ricomincio dai libri perché”, che darà poi il via ai grandi festeggiamenti conclusivi con il party di chiusura. Torta e spumante per tutti, insomma un brindisi ai libri e alla cultura.