NAPOLI Tra i migliori fotografi napoletani viventi, il cui lavoro è inteso come arte vera e propria, emerge il nome di Marco Iannaccone: artista dalle tematiche scottanti, che rende fulcro del proprio operato il tema del travestimento, dal quale ha tratto ispirazione per il suo personaggio di Scarlet Lovejoy. E’ sfacciatamente evidente, quanto nella società odierna, l’essere umano dedichi maggiore attenzione all’apparire anziché all’essere: la doppia personalità, infatti, pur se celata è immancabilmente presente in ognuno di noi, ecco perché Iannaccone senza alcun perbenismo, decide di esporla alla luce del sole con leggera ironia e sarcasmo, attraverso una mostra fotografica ed una performance. “Intimità riflessa” Con questa rassegna, l’artista, ha voluto imprigionare per sempre in alcuni scatti fotografici, determinati momenti di autentica intimità valorizzandoli con una luce naturale. Il tema trattato è quello della transessualità, mostrata attraverso gli occhi di coloro che la vivono in prima persona, soffocati e angosciati dal male di vivere, dettato da rigide regole impostate, ma che trovano finalmente scampo rifugiandosi nella cultura e nell’esplorazione dell’ignoto mondo transessuale, che li aiuta ad allontanare tutte le frustrazioni e ad assecondare i propri istinti e desideri. Performance “Identità Ingabbiata” Con questa performance, Iannaccone, trattando il delicato tema della sessualità, si mostra al pubblico legato da fili rossi e accerchiato da scritte: situazione allegorica che simboleggia la limitazione dell’essere umano nella propria libertà d’espressione. Protagonista è la transessuale Alessia, che si ribella alla condizione di schiavitù forzata in cui riversa la sua anima, riuscendo ad affermare la volontà di essere ciò che desidera. Galleria d’Arte Salvatore Serio Via Oberdan, 8 Napoli Inaugurazione mostra fotografia e performance 08-10-2015 ore 19:00 Performance ore 19:30 Durata Mostra fotografica 08-10-2015 al 24-10-2015.

 Fabiana Laganà