Si è spento all’età di 73 anni l’artista Hans Ruedi Giger divenuto celebre in seguito al premio Oscar conseguito nel 1980 per gli effetti speciali per  la creazione del celebre Alien di Ridley Scott. A diffondere per primo la notizia la SRF News Online, sito di informazione svizzero secondo cui Giger sarebbe deceduto a causa delle ferite riportate in seguito a una caduta.

 Artista eccentrico noto, anche all’estero, per le sue sculture e la sua ispirazione inesauribile che parte da una matrice surrealista, ma che si può far risalire fino ai preraffaelliti, presto fu notato in ambiente cinematografico. Infatti, alla fine degli anni ’70 Ridley Scott lo contattò per collaborare alla realizzazione delle sculture ed effetti speciali per il futuro cult “ALIEN”. Lo stesso regista ricorda il loro primo incontro, avvenuto in un parco in piena estate dove Giger, al contrario si presentò pallido e chiuso in un cappotto invernale. Da circa 15 anni le sue opere erano esposte in un museo a lui dedicato a Gruyères, nel canton Friburgo. La conferma del decesso è stato dato proprio dai responsabili della struttura museale. Notevole la sua influenza su artisti di varie discipline. Attraverso le sue illustrazioni soprattutto le illustrazioni realizzati tra gli anni ’70 e gli anni ’80 Giger ha ispirato dai gruppi rock ai tatuatori, dai narratori di fantascienza ai decoratori di autoveicoli, le visioni aliene e oniriche di Giger hanno offerto spunti tematici e iconografici per la realizzazione delle opere più disparate.
Antonio Gargiulo