SarriEdito da Bastogi Editore, il volume di Sergio Sarri raccoglie una serie di disegni arguti che raccontano in maniera inusitatamente spiritosa il mondo spesso oscurato da troppi pregiudizi della Massoneria nostrana. Si chiama “Fratel Pisquano” il personaggio protagonista di questa agile carrellata e racchiude, a detta dell’autore che l’ha inventato, i tratti morfologici e fisici di un massone medio. Occhiali, calvizie, immancabile grembiulino che tante supposizioni ha fatto nascere nei detrattori di ogni epoca. Tutte le vignette, nonostante la verve creativa e il gusto dell’autore che suggeriscono sempre un sorriso, sono accomunate da alcuni tratti che restano invariati. Quello che risalta subito è la fissità di tutti i protagonisti. E’ lo stesso Sarri che giustifica questa scelta come precisamente voluta per rendere l’idea di massone ingessato, composto, chiuso in un completo di tweed che è sempre uguale a se stesso. Un lavoro singolare, una raccolta di oltre 75 vignette e fumetti umoristici tutte contornate da linee tratteggiate per permettere di ricavarne, alla bisogna simpatici quadretti. Con personaggi caricaturali, ma neanche troppo, invenzioni, Sarri propone una prospettiva del tutto nuova  e originale, facendo trapelare una luce che, si spera, possa servire a rendere più comprensibile un mondo che, per vocazione o abitudine, è da tempo appannaggio della conoscenza di pochi … iniziati!