Nella sabbia e per la sabb

Nella sabbia e per la sabb

Proseguono presso il Piccolo Bellini di Napoli i festeggiamenti per il decimo anniversario de “La corte della formica” con una nuova carrellata di corti teatrali. La kermesse organizzata dall’associazione Teatro a Vapore sotto la direzione artistica di Gianmarco Cesario ha infatti portato sul palco della sala napoletana tre nuovi lavori che sono stati valutati da una giuria di qualità che, durante la serata di premiazione prevista per il 10 novembre, svelerà le proprie preferenze.

Primo corto in scena “Vincitori evinti” gioca con il tema principale di quest’edizione della rassegna che è “Vincitori e vinti” e presenta, nonostante la breve durata, quattro microstorie portate in scena da Enrico Pittari, anche autore e regista, e Veronica Rega che interpreta proprio quattro differenti ruoli di donne dal vissuto complicato.

“Nella sabbia e per la sabbia”, diretto da Gianni Salvo, invece, fa tornare in gara Tiziana Bellassai, volto noto a “La corte della formica” e già doppiamente vincitrice nelle passate edizioni, stavolta alle prese con una nuova storia di Lina Maria Ugolini dai toni fortemente drammatici, per sottolineare il disagio di un luogo splendido come Gela, minacciato da una raffineria che rende poco salubre l’aria e il territorio.

Ultimo corto presentato, “Histoire de rien” porta in scena un nutrito gruppo di non attori alle prese con omaggi a grandi nomi della letteratura e del teatro, da Omero a De Filippo, passando per Saramago, in una tessitura di storie più o meno inedite che testimoniano un cammino culturale effettuato dai partecipanti ad un corso teatrale. Si chiude la prima settimana di programmazione della decima edizione de “La corte della formica” con l’appuntamento, per la seconda ed ultima, a partira da martedì 28 ottobre.

Gaetano Cutri