281842_10202766333634486_7308164122143917109_nIl penultimo appuntamento con “La Corte della Formica”, la rassegna di corti teatrali che anima il Piccolo Bellini di Napoli alla ricerca della perla migliore tra le diciotto presentate in queste due settimane, ha offerto i suoi tre nuovi spettacoli.

Il primo in scena, “I giocatori” riporta a Napoli Francesco Tammacco, regista ed autore, applauditissimo protagonista di due spettacoli che hanno ricevuto dei premi nelle scorse edizioni e che, questa volta, è alle prese con una piacevole commedia americana in versione teatrale. Un uomo e una donna, interpretati dallo stesso Tammacco e da Rosa Tarantino, inizialmente incompatibili, si ritrovano addirittura ad affrontare una convivenza mettendo sotto i riflettori tutte le problematiche che gli innamorati ben conoscono.

Secondo lavoro presentato, “La minore”, offre una divertente ambiguità tra il tema musicale e l’argomento trattato, ovvero i sentimenti e le riflessioni di una sorella minore nei confronti della perfetta sorella maggiore. Il testo e la regia di Giovanni Del Prete si sposano benissimo con la fantastica interpretazione di Francesca Iovine che riesce a miscelare perfettamente un mix di emozioni quali invidia, rabbia e frustrazione a divertimento e follia.

Terza opera in gara, “Una donna indifesa” ha messo alla prova Antonio Vladimir Marino con un racconto giovanile di Anton Checov. Molto buona la regia di Roberto Ingenito, anche in scena con Adelaide Oliano e Massimo Bonsai, tutti pronti ad offrire un’egregia interpretazione che permette, ad un testo tutto sommato semplice, di essere facilmente retto sulle proprie spalle. Solamente una terna di corti separa “La Corte della Formica” dalla sua conclusione e dalla scelta, da parte della giuria, dei migliori spettacoli presentati quest’anno.

Gaetano Cutri