Possibile inviare le candidature fino al 15 gennaio 2015.

logo_fbCome ogni anno fervono i preparativi per “Kilowatt, l’energia della scena contemporanea”, festival toscano dedicato alle compagnie emergenti di teatro, danza, arti performative, musica, letteratura e arti visive. Il progetto è nato nel 2003 da un’idea dell’Associazione Culturale CapoTrave in sinergia con il Comune di Sansepolcro (AR) e dal 2007 si è arricchito della cosiddetta “Selezione Visionari”, finalizzata alla valorizzazione del lavoro di compagnie emergenti e indipendenti che operano nel teatro d’innovazione, nella danza contemporanea e nella performing art.

Chi volesse partecipare alla prossima edizione potrà inviare la propria candidatura entro il 15 gennaio 2015. La selezione è destinata ai singoli artisti e alle compagnie emergenti – siano esse associazioni, cooperative, gruppi informali o altro – che operano con finalità professionali. Sono dunque esclusi i gruppi amatoriali e i saggi di laboratorio. Il secondo requisito indispensabile è che i partecipanti abbiano prodotto o stiano per produrre un nuovo lavoro. Con esso si intende uno spettacolo presentato al pubblico nel periodo compreso tra gennaio 2014 e luglio 2015. Lavori realizzati in periodi precedenti saranno esclusi dalla selezione, così come quelli candidati ai Visionari in anni precedenti, a meno che lo spettacolo non si presenti a uno stadio di lavorazione significativamente diverso dalla versione già presa in esame. Ogni compagnia o soggetto produttore potrà partecipare alla selezione con un solo lavoro, ma non costituisce motivo di esclusione il fatto che singoli artisti presenti nella produzione facciano parte di lavori promossi da altri soggetti produttori che, a loro volta, partecipano alla selezione.

Il primo passo per inviare la candidatura è l’inserimento del video integrale dello spettacolo su YouTube o Vimeo. Esso deve necessariamente essere pubblico o non elencato, quindi in modalità non privata e incorporabile (embed) su altri siti. Solo nel caso di lavori le cui prove siano ancora in corso è possibile caricare, sempre entro il 15 gennaio, un video di prove (definito “studio” nel formulario on-line) di una parte dello spettacolo. Di una durata minima di 10 minuti, esso deve comunque consentire la comprensione del tipo di progetto teatrale che si intende realizzare. Occorre poi iscrivere lo spettacolo sul portale www.ilsonar.it seguendo le istruzioni riportate allo specifico link in home page “Kilowatt 2015, selezione Visionari”. È questa una piattaforma web completamente gratuita pensata come strumento per rendere visibili le compagnie emergenti (non solo quelle in senso anagrafico, ma anche quelle che non hanno ancora avuto la loro opportunità per farsi conoscere) e dare maggiore possibilità di ricerca di nuovi talenti agli operatori e agli addetti ai lavori. Di fatto, Sonar è il primo database del teatro contemporaneo italiano in cui si trovano video, schede di presentazione, schede tecniche e ogni altro dettaglio utile a mettere in connessione domanda e offerta. Il sistema è stato ideato da Straligut Teatro (Siena) ed è anche il mezzo per partecipare al bando In-Box (www.inboxproject.it), di cui Corrierespettacolo.it è mediapartner. È quindi possibile candidarsi con lo stesso video ai due distinti bandi, secondo le diverse modalità di iscrizione e con i termini di scadenza di ciascuna delle due selezioni.

Per quanto riguarda Kilowatt, il festival garantisce un meccanismo di selezione delle proposte pervenute tramite il lavoro di un gruppo di 30 spettatori, detti “I Visionari”, che non sono ad alcun titolo “addetti-ai-lavori”. Tramite incontri che si terranno a cadenza settimanale, i Visionari vedranno uno per uno tutti i materiali video pervenuti, per arrivare a indicarne nove da mettere in scena durante l’edizione 2015 del festival. I risultati della selezione saranno pubblicati sul sito www.kilowattfestival.it entro la fine di maggio 2015. Gli spettacoli prescelti saranno presentati, salvo variazioni, nei giorni 23, 24, 25 luglio 2015.

Si segnala inoltre che ogni compagnia avrà la facoltà di esprimere un proprio voto per l’attribuzione del Premio Kilowatt-Titivillus, ideato da Kilowatt e Franco Quadri e destinato a un giovane curatore, cioè qualcuno che nel campo dell’organizzazione di eventi legati alla scena contemporanea si sia distinto per la qualità del proprio lavoro, per le idee messe in campo, per la forza della propria proposta artistica, per la capacità di accoglienza, trasparenza e correttezza professionale. L’obiettivo è favorire il ricambio generazionale nell’ambito di coloro che programmano la scena contemporanea, nonché di far conoscere e incoraggiare lo sviluppo di nuove realtà di valore nazionale.

Per informazioni:

selezionevisionarikilowatt@gmail.com

Tel. 0575/733063 cell. 3394074895

Lorena Vallieri