David Fincher scava nei meandri dei sentimenti umani attraverso l’autopsia del deterioramento del matrimonio tra Nick e Amy

Dopo i coniugi Claire e Frank Underwood della serie tv House of cards, il regista americano David Fincher si trova dinanzi ad una nuova coppia di coniugi Amy e Nick apparentemente normali e felici. Entrambi giornalisti, si incontrano per caso ad una festa e si innamorano follemente l’uno dell’altro. Belli, complici e uniti più che mai decidono di sposarsi ma qualcosa cambia nel loro rapporto quando durante la recessione del 2009 entrambi perdono il lavoro e devono trasferirsi da New York al Missouri, dove Nick è nato, per stare accanto alla madre di lui colpita da un grave male.

Ben Affleck

Ben Affleck

Senza lavoro e in una nuova città Nick e Amy devono reinventare le loro vite. Lui apre un bar chiamato “The Bar” con i soldi della moglie mentre lei si dedica alla cura della casa. Il giorno del loro quinto anniversario di nozze, Amy sparisce senza lasciare alcuna traccia ma solo una serie di indizi che ben presto porteranno gli agenti della polizia ad accusare il marito di aver messo in scena la scomparsa della moglie. Nick preso di mira da un circo mediatico che lo etichetta come un mostro per aver ucciso la moglie dovrà cercare di dimostrare il contrario.

Per tutta la prima parte del film sembra essere tutto estremamente scontato, si ha la sensazione di rincorrere un finale già evidente. Nella seconda parte le carte di rimescolano e inizia un nuovo film, un thriller costruito con meticolosità che mostra tutta la follia, la paura, il sospetto, il tradimento, il rimorso e la rivalsa presente nel matrimonio di Nick ed Amy.

Ben Affleck scelto per il ruolo del protagonista maschile è perfetto perchè proprio per la sua fama e per aver vissuto sulla sua pelle il voyeurismo e il cinismo dei media è riuscito ad immedesimarsi perfettamente nei panni di Nick.

Rosamund Pike

Rosamund Pike

Rosamund Pike attrice londinese di 35 anni, non molto conosciuta negli Stati Uniti nonostante sia stata la Bond Girl Miranda Frost in La morte può attendere e abbia interpretato diversi ruoli secondari in Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright e in An Education di Lone Scherfig, per David Fincher interpreta il ruolo della “moglie perfetta” di Ben Affleck. Per il suo primo ruolo da protagonista la Pike ha dato prova di essere un’attrice dalle mille sfaccettature. La donna che interpreta è in realtà un personaggio seducente, complicato, ambiguo, una donna dai mille volti. Più la si conosce e più si capisce che c’è qualcosa di misterioso in lei. Un personaggio che affascina lo spettatore e lo respinge allo stesso modo.

Il regista di film cult come Seven, Fight Club e di grandi successi come Lo strano caso di Benjamin Button e Social Network anche questa volta non sbaglia e crea un film che intriga e provoca lo spettatore mettendolo di fronte ad una delle più grandi paure quella di non conoscere fino in fondo la persona accanto a cui si vive e l’angoscia di non riuscire a conoscerla mai.

L’amore può essere davvero pericolo soprattutto quando si vuole essere a tutti i costi la coppia perfetta perché come dice la stessa Amy: “ Siamo la coppia più felice che conosciamo, d’altra parte perché stare insieme, se non per essere i più felici?”

Giusy Giglio

Gone girl – L’amore bugiardo
DATA USCITA: 18 dicembre 2014
GENERE: Drammatico, Thriller
ANNO: 2014
REGIA: David Fincher
ATTORI: Ben Affleck, Rosamund Pike, Missi Pyle, Neil Patrick Harris, Tyler Perry, Kim Dickens, Casey Wilson, Patrick Fugit, Scoot McNairy, Emily Ratajkowski, Boyd Holbrook, Lee Norris
DURATA: 149 min