10007497_10202634726702885_36593524_nProbabilmente tutti conosceranno la fantastica storia di Biancaneve, perseguitata dalla perfida Grimilde vogliosa di eliminare la più bella ragazza del reame per sete di vanità ed egocentrismo, così come la favola di Cenerentola, povera sguattera di casa che per magia trova il suo principe azzurro.

Questo è solo un minimo esempio delle favole ben presenti nell’immaginario collettivo italiano, anche se nate da autori provenienti da altri paesi europei, ma è curioso immaginare cosa si legga ai bambini di altre nazionalità per fare la nanna.

Un ottimo modo per scoprirlo potrebbe essere la lettura del libro intitolato semplicemente “Fiabe cubane” che permette di conoscere una fetta di Sud America dal lato dei più piccoli, grazie alla pubblicazione per la casa editrice Il Foglio. Herminio Almendros ha raccolte alcune delle più belle e note fiabe della tradizione classica cubana ed il lavoro è stato completato con una selezione dei racconti per ragazzi di Jose Marti tratti dalla rivista “L’età dell’oro”.

Se per la cultura europea sono spesso degli esseri umani i prescelti come protagonisti delle vicende raccontate, quasi sempre per la storia cubana sono invece dei semplici animali ad essere selezionati come personaggi principali, come ad esempio gallinelle sagge e rane che possono raccontare una morale a fine storia. Ogni racconto, anche il più breve, è corredato da deliziose illustrazioni realizzate da Roberta Guardascione per presentare ciò che si andrà a leggere e per immergere immediatamente il lettore nell’atmosfera della prossima favola.

“Fiabe cubane” è dunque un libro essenzialmente per bambini e ragazzi giovani che vogliono conoscere un mondo diverso rispetto alle canoniche storie che comunemente appartengono al bagaglio dei più noti favolisti occidentali.

Gaetano Cutri