Un cuore gigante e rosso domina una scena vuota, scevra anche delle quinte, una voce fuori campo introduce gli attori e relativi personaggi, i quali seduti lateralmente e dando il profilo al pubblico, attendono il loro turno, aspettano di poter parlare e raccontare la loro storia. I Blur, Britney Spears, Maria Callas, ogni realtà è introdotta anche da una canzone che la rappresenta  e la completa. David – che dà il titolo allo spettacolo – è morto, ma non è l’unico, sono tutti morti: la sorella, i genitori, la voce fuori campo; e tutti ritornano sul palcoscenico – evocando la medesima necessità dei 6 personaggi pirandelliani – di raccontare le loro vite, le ossessioni, le dinamiche familiari che presto detto divengono tragedie. Nel rivivere le loro morti la voce ha un ritmo cadenzato, tutti disannunciano il proprio passato, le ossessioni sono reiterate, quando i ricordi sono lievi la comunicazione diviene informale.

I Babilonia Teatri – nelle persone di Valeria Raimondi ed Enrico Castellani – propongono in questa edizione del Napoli Teatro Festival Italia uno spettacolo doloroso ma che non perde mai in immediatezza. I ritmi veloci, la musica ad alto volume, i personaggi che riempiono la scena con le loro peculiarità e allo stesso tempo invadono la platea, immagini d’impatto, una recitazione concitata e frenetica determinano l’essenza pop dello spettacolo. Gli attori – Chiara Bersani, Emiliano Brioschi, Alessio Piazza, Filippo Quezel, Emanuela Villagrossi – prendono per mano lo spettatore lo catapultano si su una strada dolorosa ma contemporaneamente gli donano le chiavi per l’elaborazione del lutto. Il cuore, le croci, le canzoni, gli attori, le interpretazioni ansiose, la regia febbrile tutto mira a trafiggerci e toccare i nostri nervi più nascosti; i Babilonia ci immergono in un quotidiano amaro ma non dimenticano mai di insegnarci cosa significhi praticamente l’inclusione e di emozionarci.

Mariarosaria Mazzone

Napoli Teatro Festival Italia

Teatro Sannazzaro

05/07/2016

DI BABILONIA TEATRI – VALERIA RAIMONDI, ENRICO CASTELLANI
PAROLE DI ENRICO CASTELLANI
CON (IN ODINE ALFABETICO) CHIARA BERSANI, EMILIANO BRIOSCHI, ALESSIO PIAZZA, FILIPPO QUEZEL, EMANUELA VILLAGROSSI
MUSICHE ORIGINALI CABEKI
PRODUZIONE
TEATRO STABILE DEL VENETO – TEATRO NAZIONALE, EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE
DA UN PROGETTO DI/FROM A PROJECT BY BABILONIA TEATRI