Un futuro non solo terrestre quello immaginato nella quarta stagione di Black Mirror, celebre serie tv antologica dedicata al rapporto tra uomo e tecnologia in un futuro distopico, premiata con l’Emmy nel 2012.

A confermarlo è Charlie Brooker, creatore e sceneggiatore della serie, che in una recente intervista a The Hollywood Reporter ha raccontato come sia nata l’idea di USS Callister, l’episodio ambientato nello spazio che potremo vedere su Netflix a fine anno con l’arrivo della nuova stagione.

L’occasione per parlare del nuovo ciclo di Black Mirror è stata l’anteprima dell’episodio organizzata al PaleyFest di New York per un pubblico selezionato.

“L’idea di USS Callister è nata quando eravamo sul set della precedente stagione”, ammette Brooker, “non avevamo mai realizzato una narrazione spaziale e abbiamo pensato: come starebbe nell’universo di Black Mirror? Che tono potrebbe avere? Così siamo finiti in questo strano luogo”.

Il risultato di questa sperimentazione è un “viaggio cinematografico” di 74 minuti diretto da Toby Haynes, che vede, tra gli altri, protagonisti Jesse Plemons, volto noto di Breaking Bad, e Jimmi Simpson, già protagonista di Westworld.

La trama dell’episodio è per ora segretissima, dalle prime anticipazioni si sa solo che racconterà il viaggio della nave spaziale USS Callister in “un contesto di tirannia e abuso di potere”, come specifica la producer della serie Annabel Jones.

Per scoprire di più non ci resta che aspettare l’uscita dell’attesissima quarta stagione: tra i sei nuovi episodi in arrivo anche Arkangel, la nuova regia di Jodie Foster che torna a collaborare con Netflix dopo aver diretto alcuni episodi di altre due serie culto come House of Cards e Orange is the New Black.

Vincenzo Vasco

Photo Credits: IMDb.com