“Il Mito e il Sogno” è il titolo della rassegna teatrale che dal 10 al 17 settembre vedrà il grande teatro protagonista al teatro romano di Ostia. La rassegna è espressione del progetto che si è aggiudicato il bando indetto dalla Soprintendenza per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma, con l’obiettivo di rilanciare la magnifica area del Parco archeologico, progewtto nato dalla sinergia tra gli Amici dell’Auditorium Conciliazione, The Base srl, Daniele Cipriani Entertainment, Associazione Culturale Progetto Goldstein e IdeaValore srl: tutte realtà che “hanno fatto dell’arte e dello spettacolo la loro “mission” primaria.”

La scelta vincente è stata quella di puntare sul preciso obiettivo di riavvicinare il grande pubblico al teatro romano grazie a una rassegna in cui confluiranno importanti nomi dell’intrattenimento e della cultura internazionali.

L'attrice Imma Villa nel ruolo di Fedra

L’attrice Imma Villa nel ruolo di Fedra

FEDRA_2055-16 R@ Ph.Franca Centaro

Ed è chiaro, sin dallo spettacolo che inaugurerà la manifestazione,  sabato 10 settembre, che l’obiettivo dell’organizzazione è quello di avvicinare il grande pubblico al vero teatro. Infatti si comincia con la superba interpretazione di “Fedra” di Seneca, della straordinaria Imma Villa, diretta, in questa produzione dell’Inda, dal regista Carlo Cerciello, spettacolo che ha mietuto notevoli consensi nel giungo scorso al suo debutto a Siracusa.

 

SPE_0038

Il 12 settembre sarà la volta della compagnia Spellbound Contemporary Ballet festeggia i dieci anni dal debutto con i “Carmina Burana” diretti e coreografati da Mauro Astolfi.

 

il Maestro Uto Ughi

il Maestro Uto Ughi

Di grande richiamo anche la presenza del Maestro Uto Ughi, testimonial ufficiale della rassegna, che Martedì 13 settembre seguirà con i suoi Filarmonici di Roma (già Orchestra da Camera di Santa Cecilia) alcuni brani celeberrimi della tradizione musicale europea.

220px-Enrico_Caruso

La rassegna poi continuerà venerdì 16 settembre con “Caruso e altre storie italiane”, la nuova creazione del coreografo italo­africano Mvula Sungani. Un omaggio all’Italia e a due artisti che l’hanno resa grande nel mondo: Enrico Caruso e Lucio Dalla. Un’opera coreografica ispirata al testo della splendida lirica scritta da Lucio Dalla, in cui i rapporti, l’esistenza, la nostalgia dell’emigrante, la terra amata risultano gli elementi trainanti per uno spettacolo denso di significati e carico di emozioni.

pinkSabato 17 settembre, grande chiusura con i Pink Floyd Legend che riproporranno fedelmente il capolavoro “Live at Pompeii” nella fantastica e unica ambientazione del teatro di Ostia antica. Lo spettacolo ricreerà il sound psichedelico del mitico gruppo inglese, attraverso l’esecuzione dell’intero repertorio di brani del celebre evento del 1971, calato in una cornice scenografica che riprodurrà la suggestione delle atmosfere, dei suoni e delle luci dell’originale.

Gianmarco Cesario