È andato in scena, sotto lo chapiteau del Circo El Grito, lo spettacolo “20 Decibel – non c’è storia senza ascolto”.

circoLa nuova stagione del Teatro Garibaldi di Bisceglie (Bt), “Oltre confine”, è partita giovedì 20 novembre da un tendone da circo installato al centro della piazza cittadina. Un nuovo modo per “andare oltre il confine” appunto, uscendo dai sentieri battuti e inoltrandosi alla scoperta di spazi nuovi e inusuali.

In scena, gli spettacolari Fabiana Ruiz Diaz e Giacomo Costantini: due rappresentanti del nuovo circo contemporaneo, tra giocoleria, equilibrismo, acrobazie aeree e mimica clownesca.

“20 Decibel – non c’è storia senza ascolto”, che debutta nel 2010 alla Biennale Internazionale del Circo “Pistes de lancement” a Bruxelles, è uno spettacolo in cui i sensi vengono ironicamente sollecitati per rendere percepibile anche ciò che non è evidente. In una performance che mescola – dosandole sapientemente – danza, giocoleria e acrobazia aeree su tessuti, anche la più impercettibile espressione facciale ha la sua parte fondamentale.

La compagnia El Grito, attraverso uno sfacciato senso di libertà e un po’ di provocazione, ha messo in scena un lavoro dove la fantasia e la spregiudicatezza incontrano l’istinto nomade della grande tradizione circense. Il pubblico può così assaporare quell’atmosfera provvisoria – quanto lo sono le sedute dello chapiteau – e allo stesso tempo magica.

I due artisti multidisciplinari Fabiana Ruiz Diaz e Giacomo Costantini, affiancati da Domenico De Vita e Gaetano Costantini, danno nuova vita all’arte circense: i vari numeri si fondono l’uno nell’altro con fluidità attraverso l’uso di nuove tecnologie, quelli più tradizionali, invece, vengono briosamente rivisitati. Così, il numero dei coltelli lanciati all’assistente viene trasformato grazie all’aiuto di palloncini bianchi e pistola a pallini, mentre le acrobazie sui tessuti diventano un poetico volo su sfondo rosso.

Nonostante il circo sia spesso estraniato dai marasmi della società, permettendo allo spettatore di entrare in contatto con un linguaggio universale che da sempre tocca le corde più profonde di adulti e bambini, non mancano qui i riferimenti ironici alla politica italiana.

Il Circo El Grito, con il suo chapiteau itinerante, è diventato negli anni un vero e proprio spazio culturale che ospita artisti in tutta Europa e diffonde una filosofia di vita che va al di là dei luoghi comuni, stimolando la creatività e trasmettendo una forte energia.

Allo spettatore non resta da far altro che lasciarsi trasportare in una girandola di emozioni, tra lo stupore e la malinconia, ritornando bambino per il tempo di una sera.

 

Bisceglie (Bt),  Teatro Garibaldi – 22 novembre 2014

 

Alessandra Lacavalla

 

20 Decibel – non c’è storia senza ascolto

di e con FABIANA RUIZ DIAZ e GIACOMO COSTANTINI

messa in scena LOUIS SPAGNA

ricerca acrobatica CATHERINE MAGIS

compagno di giochi GIORGIO ROSSI

aiuto alla concezione musicale PAUL MIQUET

luci DOMENICO DE VITA

scenografe THYL BENIEST e SEBASTIEN BOUCHERIT

costumi BEATRICE GIANNINI